Il termine Sempervivum può trarre in inganno poiché, a seconda dell’accostamento, può essere sia un tipo di piante che un sostantivo accompagnato da un verbo latino che crea una sorta di frase fatta.

Significato latino di Sempervivum fi

Solitamente non viene utilizzato “Sempervivum fi” perché abbiamo il sostantivo “sempreverde” accostato alla seconda persona singolare declinata all’imperativo del verbo latino “fio” che vuol dire “essere fatto” “divenuto” “accaduto”.
Letteralmente, dunque, sarebbe “divieni sempreverde” o una forma simile a seconda dei casi. Comunque sia, utilizzato in questo modo ha un senso figurato e non vuol dire altro che “mantieniti così per sempre”, come un buon augurio di lunga vita e salute.
In realtà però, comunemente, con Sempervivum ci si riferisce ad una specifica categoria di piante appartenenti alla famiglia delle Crassulaceae che racchiude al suo interno circa 40 specie differenti.

Particolarità delle piante Sempervivum fi

La parola “sempervivum” deriva dall’unione latina dei termini “semper” e “vivum” che vogliono letteralmente dire “sempre vivo”.
La scelta per queste piante di questo nome arriva proprio perché esse sono in grado di crescere e perdurare anche in condizioni molto molto proibitive. Ricordiamo un altro tipo di piante anch’esse molto resistenti che infatti prendono il nome di “sempreverdi”.
I Sempervivum crescono solamente in ciuffi che prendono il nome di “rosette” che sono appunto perenni e monocarpiche. Ognuna di queste rosette cresce propagandosi attraverso altre rosette laterali oppure si riproduce attraverso la propagazione e l’emanazione dei semi, quindi con una riproduzione sessuata.
Questa tipologia particolare di piante deve crescere per svariati anni prima di essere in grado di fiorire del tutto. I loro fiori, hanno una strana particolarità, quella di essere ermafroditi. Passano inizialmente da un primo stadio in qui possiedono un sesso maschile. In questo stadio gli stami, la parte maschile del fiore, si curvano per evitare che avvenga un’autoimpollinazione. Dal centro del fiore essi si spostano verso la parte più esterna per non essere più in contatto.

Come sono fatti i fiori

Questo fiore ha svariate tipologie di colorazione e può passare dal bianco, al rosa, al giallo per arrivare addirittura fino al rosso. I fiori di tutte le specie di Sempervivum sono fatti a forma di stella e hanno un totale di sei petali.
Questa tipologia di fiore possiede questo nome proprio perché in grado di sopravvivere anche per moltissimo tempo sotto il manto nevoso. La possibilità di sopravvivere in ambienti così rigidi ha fatto guadagnare loro questo nome. La forma delle foglie, disposte a rosetta, impedisce ai fiocchi di neve di raggiungere le foglie. In questo modo essi eviteranno il congelamento e potranno e perdurare a lungo in queste condizioni ostili. Sono altrettanto in grado di perdurare in condizioni aride perché le radici sono in grado di andare in profondità e di recuperare l’acqua negli strati più profondi del terreno.

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]