Uno dei mezzi di trasporto più utilizzati in tutto il mondo è di certo il treno. Il treno, da quando esiste, è un mezzo di locomozione decisamente utile e che permette di risparmiare molto tempo sul viaggio oltre a coprire grandi distanze.

Se inizialmente i treni percorrevano tratte molto brevi, con l’andare del tempo, questa rete è diventata sempre più fitta e capillare. Essa, inoltre, non è rimasta limitata ad un solo stato. Inizialmente, infatti, ogni Stato aveva la sua propria linea di treno e non era possibile varcare i confini. Invece, ad oggi, esistono moltissimi treni che hanno proprio come scopo quello di fare viaggi intercontinentali.

La possibilità di espansione e il continuo miglioramento e ricerca tecnologica, fanno si che sia possibile migliorare sempre di più questi servizi che, nonostante tutte le critiche, sono davvero importanti.

In Italia purtroppo le ferrovie versano in uno stato di abbandono e confusione che non permette ai cittadini di ricevere un servizio adeguato ai costi; ed è anche per questo motivo che  spesso sono molto criticate. Bisogna però sempre pensare che la prima tratta di treno è stata la Napoli-Portici. Essa copriva un tratto davvero molto breve e, da allora, ci sono stati moltissimi cambiamenti in meglio.

Basti pensare ai treni ad alta velocità che coprono tratte molto lunghe in poco tempo; essi permettono non solo viaggi agevolati ma anche e soprattutto di viaggiare a moltissimi pendolari.

Tuttavia, sta arrivando una nuovissima tecnologia che di certo rivoluzionerà tutto il sistema: la guida autonoma.

Treno con guida autonoma

Il primo paese del mondo in grado di collaudare questa nuovissima tecnologia è stata l’Australia.

La guida autonoma di un treno, fino a qualche anno fa, sembrava vera e propria fantascienza. Ad oggi, invece, è una realtà più che concreta che, a breve, arriverà in Italia. La prima linea che fungerà da pilota per gli sviluppi successivi sarà quella sulla tratta Pinerolo- Sangone.

La prima tratta è concordata a livello europeo ed è in costruzione grazie anche all’adesione al progetto di ASI, GSA ed ESA.

Questa tipologia di tecnologia avanzata sfrutta le tecnologie satellitari che agiscono efficacemente sul percorso del treno. Esse conferiscono una sorta di sicurezza ulteriore del percorso. Il treno comunicherà costantemente con un centro di controllo che gestirà il tutto con un sistema di telecomunicazioni molto avanzato.

In Australia sono stati creati questi treni per il trasporto merci e le locomotive impiegate sono 220. Queste locomotive sono dotate di impianti satellitari che possano comunicare attraverso la rete TLC con il centro di controllo. Tutto ciò al fine di garantire una sicurezza quasi totale. Lo scopo, infatti, è proprio quello di migliorare da ogni punto di vista ma anche e soprattutto da un punto di vista della sicurezza.

Lo scopo

Lo scopo, dunque, è una maggiore sicurezza e l’integrazione di queste tecnologie che vengono appositamente studiate e adattate per questa funzione. Rimodernare è fondamentale per dare una nuova spinta ad un sistema obsoleto e purtroppo spesso molto inefficiente. La costruzione della prima linea in Italia è il risultato di accordi e collaborazioni internazionali davvero importanti che porteranno di certo ad ottimi risultati.

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]