Una nuova bufera è pronta a travolgere l’America e Trump.

Il Presidente degli Stati Uniti pensava di aver messo a tacere le voci su una sua presunta relazione con una pornostar e di aver scampato il pericolo, ma non è così.

Stormy Daniels, pornostar americana, ha deciso di far causa al Presidente Trump per non aver rispettato i “patti” stipulati tra loro.

L’antefatto

Prima della vittoria di Trump, durante la campagna elettorale del 2016, il magnate americano avrebbe avuto una relazione extraconiugale con la Stormy.

I due parevano essersi accordati per la cifra di 130 mila euro per mettere qualunque voce a tacere e per insabbiare la questione che sarebbe diventata ancora più spinosa se Trump fosse stato eletto.

La Daniels ha deciso ora di intentare una causa contro il tycoon, accusandolo di non aver siglato il patto e quindi, di fatto, rendendo vano l’obbligo di silenzio da parte sua.

Dalle dichiarazioni emerge che la relazione fra la Daniels e Trump è iniziata nel 2006 e sarebbe proseguita fino al 2007.

Già all’epoca il legale della Daniels, all’anagrafe Clifford, avrebbe preteso del denaro in cambio del silenzio della sua cliente che, anche in tempi non sospetti, sarebbe stato prezioso.

Cosa sta succedendo?

Il problema è sorto quando l’attuale avvocato della Clifford ha messo mano su un accordo che il Presidente non avrebbe in realtà mai firmato.

I soldi sarebbero stati versati sul conto della pornostar in cambio del suo silenzio solo per conto dell’avvocato del Presidente; Trump pare non aver firmato nessun accordo.

Questo fatto scioglie di fatto la Clifford dall’obbligo del silenzio, potendo rivelare dunque, la sua relazione con il futuro Presidente Trump.

Al momento la situazione è in stallo perché è necessario capire chi sia il reale colpevole di questa situazione; Non sono di certo un segreto le pressioni fatte sulla Clifford dal legale del Presidente  in cambio del suo silenzio.

La prossima mossa spetta alla Clifford e al suo legale che, oltre ad intentare una causa per intimidazioni, possono mettere in guai ancora più seri il Presidente.

Trump rischia di finire invischiato in un sex gate che gli americani difficilmente perdonerebbero e quindi deve saper giocare bene le sue carte.