L’estate è alle porte e la stagione turistica sta davvero entrando nel vivo.

Il settore del turismo, soprattutto in Italia, è molto attivo tutto l’anno ma in estate ha da sempre un’impennata, soprattutto per quanto riguarda le località di mare.

Anche le città d’arte, nonostante siano “sotto assedio” anche durante l’anno, durante il periodo estivo registrano l’incremento di visite maggiore.

Questo avviene sia per quanto riguarda il problema meteorologico poiché con la bella stagione è più semplice e comodo viaggiare, sia per una questione di ferie.

Soprattutto l’italiano è ancora molto legato alla tradizione delle ferie estive e molte aziende vedono ancora questo come periodo ideale per la chiusura.

Per questo motivo, se gli stranieri viaggiano tutto l’anno, l’italiano è più facile che scelga il periodo estivo per le vacanze.

A stagione già iniziata si iniziano a tirare le somme di quella passata e la sorpresa è davvero tanta.

L’incremento del turismo

Se in molti altri settori l’Italia non risulta essere molto competitiva, nel turismo i dati registrati sono molto positivi.

Il turismo sembra essere l’unico settore in cui l’Italia non subisce una battuta d’arresto e dove deve intervenire con nuova forza lavoro per fronteggiare la richiesta.

Moltissimi sono infatti gli stranieri provenienti da tutto il mondo che sempre più spesso decidono di trascorrere le vacanze nel nostro paese.

L’Italia, inoltre, necessita tutto l’anno di avere nuova forza lavoro per il turismo, dal momento che sono soprattutto le città d’arte ad essere punto di interesse.

Nuovi posti di lavoro

In base alle statistiche e ai dati dell’anno appena trascorso si prospetta una nuova ondata di assunzioni nel settore turismo soprattutto per la stagione estiva.

Moltissime sono le posizioni aperte che ricercano figure in grado di dare supporto in moltissimi ambiti.

Soprattutto per quanto riguarda la ristorazione la domanda è alta.

Sia per quanto riguarda i ristoranti che per quanto riguarda gli alberghi le figure di supporto per il catering e la ristorazione non sono sufficienti.

La ricerca di forza lavoro è iniziata già qualche mese fa per poter arrivare alla stagione estiva preparati al massimo ma, fortunatamente, la stagione sembra prospettarsi migliore del previsto.

Centinaia di richieste sono state inoltrate e migliaia sono già i curriculum arrivati a chi di dovere.

Il mese di giugno sarà di certo decisivo per poter avere più chiara la situazione e per le ultime assunzioni.