Le verruche sono delle protuberanze che si presentano sulla pelle e che sono generate dal papilloma virus umano. Sebbene non siano pericolose, sono brutte a vedersi, contagiose, talvolta dolorose e provocano imbarazzo a chi le ha. Esistono più di 100 tipologie di papilloma virus che causano le verruche che generalmente appaiono sulle mani e sui piedi. Ci sono alcuni tipi di verruche che appaiono sui genitali e che per questo vengono chiamate “condilomi genitali” che possono causare cancro cervicale nelle donne. In questo articolo ti mostrerò come riconoscerle facendoti una lista dei tipi di verruche e poi ti darò delle informazioni su come curarle.

Tipi di verruche: come riconoscerle

Esistono 5 tipi principali di verruche, ognuna di essere ha un aspetto ben preciso e si verificano in una determinata parte del corpo. Ecco quali sono:

  • Verruche comuni: spuntano generalmente sulle dita delle mani e dei piedi. Sono ruvide, granulose, arrotondate e presentano una colorazione grigiastra.
  • Verruche plantari: queste crescono sulla pianta dei piedi, in particolare all’interno della pelle. Sai di averle quando noti un piccolo buco circondato da pelle ruvida sotto il tuo piede. Danno molto fastidio quando si cammina.
  • Verruche piane: possono spuntare sul viso, sulle braccia o sulle cosce. Sono piccole, poco evidenti ed hanno una parte superiore piatta. Possono avere un colore giallo, rosa o marroncino.
  • Verruche filiformi: crescono sul collo, intorno alle labbra, sul naso e sotto il mento. Sono generalmente piccole e hanno la forma di un lembo di pelle. Hanno generalmente lo stesso colore della cute.
  • Verruche periungueali: possono trovarsi attorno alle unghie dei piedi, sono dolorose e possono influenzare la crescita delle unghie stesse.

Come curare le verruche: rimedi casalinghi

Solitamente le verruche scompaiono da sole. Tuttavia, se sono troppo dolorose o fastidiose, puoi decidere di curarle a casa con i rimedi casalinghi. Fai comunque attenzione a non strofinare le verruche su altre parti del corpo e ricordati di buttare tutti gli utensili che utilizzi perché sono molto contagiose. Non provare a rimuoverle se soffri di diabete e non togliere quelle presenti sul viso. Ecco quali sono i rimedi casalinghi per trattare le verruche:

  • Cerotti contenenti l’acido salicilico: utilizzando questo prodotto per alcune settimane, riuscirai a debellare le verruche.
  • Nastro adesivo: copri la verruca con un pezzo di nastro adesivo per alcuni giorni, poi bagnala abbondantemente ed infine strofinala per toglierla. Questo rimedio casalingo può richiedere diversi trattamenti per eliminare del tutto la verruca.

Come curare le verruche: rivolgiti ad un medico

Se le tue verruche non dovessero rispondere bene ai rimedi naturali, devi rivolgerti ad un medico. Ecco quali soluzioni potrebbe proporti:

  • Nitrogeno liquido: tramite l’azoto liquido, il tuo medico potrebbe trattare le verruche congelandole. Potrebbe essere un po’ doloroso ma solitamente funziona subito. Il congelamento provoca la formazione di una vescica sotto ed intorno la verruca che la solleverà.
  • Intervento chirurgico: se la verruca non risponde a nessuno dei trattamenti, il medico potrebbe proporti di rimuoverla tramite un intervento chirurgico. Quest’ultimo ti somministrerà un anestetico locale e la rimuoverà tagliandola o bruciandola. La chirurgia potrebbe tuttavia lasciarti delle cicatrici.