Moltissime sono le spese che ogni anno ognuno di noi deve affrontare. Soprattutto quelle che riguardano l’auto e il suo mantenimento.

Tra assicurazione e bollo, i soldi spesi per il proprio veicolo, sono davvero moltissimi. Nel caso del bollo auto, però, ci sono delle soluzioni che potrebbero farci risparmiare questo denaro per qualche anno. Esiste infatti la possibilità di essere esentati dal bollo auto per un periodo che va fino ai 5 anni.

Per avere l’esenzione ci sono differenti possibilità ma è necessario rispettare alcuni parametri necessari. L’esenzione può arrivare fino a 5 anni come massimo ma può anche valere per un tempo inferiore, come tre anni. Ci sono esenzioni sia a livello nazionale che regionale e riguardano soprattutto le auto di nuova generazione meno inquinanti.

Lo scopo, infatti, è proprio quello di incentivare l’acquisto di auto di nuova generazione che siano in grado di essere ecosostenibili. Il mondo sta andando sempre più verso quella direzione e quel tipo di tecnologia verde e quindi è necessario incentivare in qualche modo il loro acquisto.

Il bollo di ogni veicolo viene calcolato in base alla cilindrata e deve essere corrisposto anche se l’auto non viene utilizzata. Un altro fattore che varia è la regione di appartenenza. Essendo un’imposta regionale, ogni amministrazione può riservarsi il diritto di imporre una tassa differente.

Per alcuni casi, però, può essere prevista un’esenzione per il pagamento del bollo per qualche anno.

Chi ha l’esenzione del bollo auto

Le esenzioni sono in generale previste per le auto delle persone disabili. Questa esenzione vale anche per le persone portatrici di handicap e per gli invalidi molto gravi. Le auto in questione che prevedono limitazioni del pagamento del bollo sono tutte quelle che rientrano nelle categorie di nuova generazione.

Le auto di interesse sono le auto ibride, quelle elettriche e anche quelle alimentate solamente tramite un impianto gpl e metano. L’esenzione c’è anche nel caso in cui l’auto sia anche solamente intestata alla persona disabile e che però venga usata per essa. Lo scopo ultimo deve essere necessariamente quello di utilizzare l’auto in questione per la persona con gravi deficit motori.

Informandosi presso la propria assicurazione sarà possibile capire se si possiedono i requisiti necessari per avere l’esenzione dal pagamento. Essendo un’imposta regionale ognuno dovrà recarsi presso gli uffici della propria città per avere informazioni sicure ed eventualmente per avere i moduli da compilare.

Di certo sarà necessario presentare una serie di documenti che attestino questa situazione per cui viene richiesta l’esenzione. Chi è soggetto a esenzione è possibile che venga sottoposto a controlli di prassi per verificare la bontà dell’esenzione.

Non è raro che alcuni sfruttino magari un parente disabile per avere esenzioni fiscali per poi beneficiarne e quindi è necessario che gli organismi si tutelino da eventuali impostori. Per questo motivo la documentazione da presentare è importante ma, se ci spetta l’esenzione, varrà di certo la pena metterla in pratica.

Non appena i documenti verranno visti dai responsabili l’esenzione verrà attuata ed è quindi necessario iniziare le procedure non appena si acquista la nuova auto ad energia rinnovabile.