Che cos’è l’acido clorogenico? L’acido clorogenico è un polifenolo diffuso nei vegetali, soprattutto nel caffè verde, dove ha un importante ruolo biologico all’interno di una catena di processi ossidoriduttivi.

Oltre al caffè verde, vi è anche il mate, una bevanda sudamericana simile al té ottenuta dalla lavorazione delle foglie della stessa erba mate, che di acido clorogenico è, a sua volta, molto ricca.

Questo polifenolo si trova anche in diversi vegetali consumati nella dieta mediterranea come pomodori, melanzane, patate, prugne, mele ecc..

L’acido clorogenico: Benefici e proprietà terapeutiche

L’acido clorogenico serve a ridurre i valori della pressione sanguigna e a rimodulare il rilascio di glucosio nel sangue dopo aver mangiato, riducendo l’assorbimento dello zucchero a livello intestinale.

Sono dimostrati anche gli effetti benefici per la salute umana in caso di perdita di peso corporeo; infatti, con il carciofo, l’acido clorogenico aiuta ad eliminare tutti quei grassi nocivi che si assumono durante l’alimentazione.

Per questo, è uno degli ingredienti della formulazione di Zerocol, una nuova tipologia di integratore completamente naturale che può essere utilizzato in sinergia ad una dieta ben bilanciata.

L’acido clorogenico inoltre, ha capacità antinfiammatorie, antiossidanti e antibatteriche:

le sue proprietà antiossidanti infatti, riescono a neutralizzare i radicali liberi prodotti durante il metabolismo cellulare, riducendo la produzione di nuove molecole nei processi infiammatori.

Durante l’esposizione ai raggi UV e agli inquinanti ambientali inoltre, questo componente apporta sostanziali benefici, proteggendo il cuore, il fegato, i muscoli, i reni e il sistema nervoso.

Secondo gli studi effettuati fino ad oggi, l’assunzione di acido clorogenico è ben tollerata dal corpo umano; alcuni studi affermano che questa sostanza possa potenziare gli effetti dei farmaci ipoglicemizzanti, riducendo l’assorbimento di zinco.

Negli ultimi anni, è stato anche utilizzato per la sua azione “ipotensiva”, utile cioè a regolarizzare la pressione sanguigna, altre fonti gli attribuiscono perfino proprietà dimagranti, ma di quest’ultima non vi è certezza.

Acido clorogenico soggetti a rischio ed effetti collaterali

L’assunzione di acido clorogenico è sconsigliata nei casi di allergie agli estratti di caffè verde, in gravidanza o allattamento, nei pazienti diabetici o sensibili alla caffeina.

Il suo abuso, può portare ad effetti collaterali limitati, essendo assimilabili per intensità e tipo di disturbi, all’abuso di caffè o thé (effetto lassativo, stimolazione ed aumento delle percezioni e della soglia di attenzione).

Acido clorogenico: in quali cibi lo troviamo?

L’acido clorogenico (CA) è un composto fenolico rinvenibile nella frutta e verdura (mele, pere, carote, pomodori e patate dolci) e nel caffè e nel thè.

L’acido clorogenico, il principale composto fenolico nel caffè, può essere trovato in quantità elevate fino a 70-350 mg per tazzina.

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 1 Average: 5]