Il web è di certo una grandissima risorsa per tutti ma, talvolta, risulta essere anche troppo invasivo rispetto a ciò che ci interessa. Nel momento in cui, infatti, vorremmo magari trovare qualcosa di interessante, non riusciamo a farlo a causa di annunci pubblicitari che infastidiscono la nostra ricerca e o bloccano la pagina di ricerca. Molto spesso, infatti, le pubblicità sono molto invadenti e impediscono alla pagina di caricarsi completamente e rischiano di interferire con la ricerca stessa. Per questo motivo Google Chrome sta lavorando per bloccare gli annunci troppo invasivi e quindi applicare un filtro. Questo verrà fatto con l’Ad Blocker di Chrome.

Il lavoro di Google su Chrome

Il team di Google lavora costantemente per portare risultati sempre migliori per i suoi utenti affinché essi possano tranquillamente navigare per la rete. Fornire servizi migliori, significa anche e soprattutto garantire la messa in sicurezza del sistema di ricerca che quindi ha il compito di aiutarci in ciò che facciamo, facilitandoci il più possibile.

La salvaguardia sta non solo nell’ottimizzazione, ma anche e soprattutto nello “snellire” il sistema e la rete da tutti quei componenti aggiuntivi che, invece di aiutare, danneggiano o rallentano la ricerca. Per questo motivo il team Google e in particolare il team di Chrome, stanno lavorando per migliorare l’Ad Blocker già presente.

Come funziona l’Ad Blocker di Chrome

L’Ad Blocker è la funzione di Google Chrome che si preoccupa di filtrare le pagine di ricerca nella rete per poter velocizzare il sistema e migliorarlo. In questo modo quando si apre una pagina di ricerca le pubblicità non saranno più invasive come sono, ma verranno filtrate. La selezione riguarderà anche l’importanza delle pubblicità e soprattutto la sicurezza delle stesse.

Lo scopo è quello di velocizzare le ricerche ma anche di mettere in sicurezza la navigazione evitando di far aprire pagine di pubblicità che potrebbero nascondere qualcosa di dannoso per i nostri dispositivi. Le pubblicità che verranno ritenute eccessivamente invasive, verranno bloccate tramite l’aggiunta di appositi pulsanti di eliminazione.

Questi pulsanti in aggiunta, in realtà, conterranno la voce “dettagli” che ha il compito di lasciare a chi fa la ricerca di scegliere cosa fare con l’annuncio. Chi compie la ricerca potrà decidere di aprire per saperne di più, oppure di eliminare l’annuncio. Ovviamente le pubblicità non sono in tutti i casi dannose, ma magari solo invasive. Tuttavia sarà l’utente a decidere come procedere per avere una navigazione più veloce ed efficace.

Non si sa ancora quando verrà rilasciata questa nuova” extension” dell’Ad Blocker di Chrome ma c’è di certo molta attesa. Da Google ci sia spetta davvero un grosso lavoro per il miglioramento della navigazione. Anche e soprattutto a fronte di ciò che ci ha sempre abituati a vedere. Le innovazioni e le migliorie sono qualcosa che Google ha sempre mantenuto e che l’utente si aspetta.

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]