È stata una nottata davvero difficile quella trascorsa a Palazzo Chigi dal momento che non si è ancora trovato un accordo fra PD e Movimento 5 Stelle sul Def. Il pericolo che si vuole scongiurare è l’aumento dell’Iva, che però sembra essere davvero difficile da evitare. Trovare le risorse per portare avanti la manovra non è affatto semplice, ma anzi sembra addirittura più difficile del previsto. Ancora moltissimo ci sarà da discutere, ma tuttavia i due schieramenti non vogliono darsi per vinti e stanno cercando delle soluzioni.

Vertice notturno per il Def

Si sapeva che questo sarebbe stato uno dei punti cruciali nonché più difficoltosi da portare a termine e non solamente per questo governo ma in generale. La manovra di bilancio è davvero difficoltosa. Questo poiché è davvero difficile riuscire a trovare i fondi per fare tutto ciò che era previsto. Sembra infatti che il tanto temuto aumento dell’IVA sia uno spettro ben più reale di quello che ci si potesse immaginare. Le soluzioni non a questo annoso problema non sembrano essere moltissime.

Più propenso da un lato ad aumentare in parte l’IVA o comunque a trovare una soluzione di questo tipo è il Partito Democratico. Al contrario del MoVimento 5 Stelle e in particolar modo di Luigi Di Maio, che vogliono assolutamente scongiurare questa paura. Il MoVimento 5 Stelle si è molto battuto per evitare un aumento dell’IVA e dunque lo ritiene uno dei cardini fondamentali su cui vale la pena battersi in cui deve effettivamente riuscire. Anche il PD non vuole aumentare l’IVA, ma la paura di non trovare i fondi per poi poter far ripartire il paese è tanta. Per questo si sta pensando a delle soluzioni alternative. Una delle soluzioni di cui si è parlato è la rimodulazione dell’IVA.

Le soluzioni all’aumento dell’IVA

Dal momento che sembra talvolta davvero difficile, se non impossibile ,evitare di far aumentare l’IVA, ecco che si cercano soluzioni eventualmente far pesare l’IVA solamente su alcuni beni di consumo ma non su altri. Sarebbe quella di far pesare l’IVA solamente su beni di consumo superiori e quindi non necessari. Così da non mettere in difficoltà le famiglie meno abbienti e riuscire in qualche modo a recuperare del denaro utile da reinvestire.

Questa però è solamente una delle ipotesi che sono state fatte e non è nemmeno certo che si voglia effettivamente andare avanti su questa strada. Gli ostacoli sono moltissimi, anche perché non tutti sono d’accordo con questa soluzione che potrebbe effettivamente essere svantaggiosa per moltissime persone. In queste ore si stanno cercando delle soluzioni alternative che possano in qualche modo andare incontro alle necessità del paese senza pesare su di esso.

Non aumentare le tasse e l’IVA è molto importante, ma è altrettanto importante cercare di far ripartire il paese in un modo o nell’altro. Per questo bisogna capire quale sia lo scotto da pagare.

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]