I baci di dama sono dei biscotti di origine piemontese, e precisamente della città di Tortona, dove sono stati realizzati nell’Ottocento. Di questi biscotti, ce ne sono anche delle varianti, e qui, in questa pagina, si può trovare la versione dei baci di dama calabresi.

I baci di dama piemontesi

Originariamente, i baci di dama erano realizzati con le nocciole, anziché con le mandorle, ma alla fine del 1810 il cavalier Stefano Vercesi la modificò. Oggi, i principali ingredienti per il bacio di dama sono la farina, le mandorle, lo zucchero, il burro e il cioccolato fondente.

Non si sa bene chi li abbia realizzati e quando, ma una leggenda narra che fu un cuoco di casa Savoia, nell’autunno del 1852, ma altri dicono che siano stati realizzati a Novi Ligure, da un pasticcere chiamato Augusto Menelli, che si trasferì a Tortona.

Ricetta dei baci di dama calabresi

I baci di dama calabresi, a differenza di quelli piemontesi, non hanno proprio la stessa forma, e sono farciti in vari modi. Gli ingredienti che occorrono, per questa versione, sono: tre etti e mezzo di farina, un etto e mezzo di zucchero, un etto e mezzo di burro, tre tuorli d’uovo, un uovo intero, tre etti di cioccolato fondente, mezza bustina di lievito per dolci e una bustina di vanillina. Per la farcitura, si può scegliere una marmellata oppure una crema, a seconda delle preferenze.

Si comincia mescolando zucchero e burro, fino a che non si ottiene una crema solida. Si aggiunto l’uovo intero e i tuorli, ed infine la farina setaccia ed il lievito. L’ultima cosa da aggiungere e la vanillina, e si impasta fino ad ottenere una palla, da avvolgere in una pellicola trasparente, per poi tenerla in frigo un’ora. Nel frattempo, si fa sciogliere a bagnomaria il cioccolato fondente.

Passata l’ora, si toglie l’impasto da frigorifero e se ne ricavano palline ovali della stessa grandezza, da appoggia su una teglia rivestita da carta da forno. Si faranno cuocere a 180° per un quarto d’ora in forno preriscaldato, e si lasciano infine raffreddare. Una volta freddi, si farciscono con una crema o della marmellata come i classici baci di dama, comprimendoli bene ed immergendone metà nel cioccolato fuso. Si lasciano nuovamente riposare fino a che il cioccolato non diventa solido.

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]