Nel 2019 in campo economico ci saranno moltissime novità. Una di queste riguarda non solo la nuova fatturazione elettronica ma anche la cessazione della messa in circolazione della banconota da 500 euro. Proprio dal mese di gennaio di questo nuovo anno le banche inizieranno a cessare di erogare moneta con un taglio così elevato.

Il giorno designato dalle banche è il 27 gennaio 2019, giorno in cui si cesserà l’erogazione della moneta da 500 euro. Tutte e 19 le banche centrali nazionali che appartengono ai paesi che battono come moneta l’euro, cesseranno la messa in circolazione di questa banconota. In realtà due banche faranno eccezione e strappo a questa regola. La Bundesbank, ovvero banca centrale tedesca, e la Oesterreichische Nationalbank, la banca centrale austriaca. Queste due banche centrali avranno la possibilità di emettere banconote con questo taglio fino al 26 aprile del 2019.

Il ritiro però non significa che le banconote in circolazione non avranno più il loro valore ma che, al contrario, continueranno ad averlo in ogni caso. l’unica cosa che cambia è che esse cesseranno di essere emesse e quindi si andrà ad esaurimento. Non accadrà come per il cambio di moneta, queste banconote non verranno ritirate in un certo tempo. Esse andranno ad esaurimento e qualunque sia il tempo il loro valore rimarrà ovviamente immutato. I cittadini in possesso di questa tipologia di banconota non devono preoccuparsi perchè il suo valore rimane tale.

La Bce, Banca Centrale Europea, ha confermato che il valore resterà immutato e che “in vista del ruolo internazionale dell’euro e della diffusa fiducia nelle sue banconote, quella da 500 euro resterà una valuta legale”. I cittadini sono stati rassicurati sul fatto che essa “manterrà sempre il suo valore e potrà essere scambiata presso le banche centrali dell’Eurosistema per un periodo di tempo illimitato”. Di conseguenza ” essa potrà dunque essere usata come moneta di pagamento e come riserva di valore”.

Perchè cessa la produzione di banconote da 500 euro

Si è deciso di mettere fuori produzione le banconote da 500 euro per un motivo semplice: l’illegalità. Una moneta con un taglio così grande favorisce i traffici illegali e di conseguenza la sua progressiva eliminazione dovrebbe contrastare queste attività illecite. Il giro illegale permesso da queste banconote è molto più difficile da scovare rispetto a banconote di taglio più piccolo. Questo perchè i traffici in questo modo riescono ad essere coperti con più facilità e i controlli non risultano essere così efficaci come negli altri casi.

Questa scelta è arrivata dopo un’attenta analisi e ponderazione e proprio perchè molti utenti possiedono banconote di questo tipo e in circolazione ce ne sono molte, la loro validità resta comunque immutata e il tempo del cambio illimitato. Con la cessazione della produzione si pensa che in breve tempo non ce ne possano più essere in circolazione e che quindi l’illegalità diminuisca.

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]