Quest’anno Matera è la Capitale Europea della Cultura e dunque le visite in Basilicata stanno aumentando moltissimo. Di certo Matera è un gioiello che tutto il mondo ci invidia ma di certo non è l’unica città della Basilicata che merita una visita. Questa regione è ricca di bellezze di ogni tipo e dunque è un’ottima idea non soffermarsi solo su Matera ma anche visitare la Basilicata in toto.

Perché visitare la Basilicata

Di certo negli ultimi mesi questa è una delle regioni prese d’assalto dai turisti che visitano soprattutto Matera. Nominata a ragion veduta Capitale della Cultura per la particolarità e la bellezza dei luoghi e dei suoi sassi, unici al mondo. Matera è un gioiello unico nel mondo che merita una visita approfondita ma di certo non è l’unico che possiede la Basilicata.

Questa regione è ricca di spunti e itinerari turistici che possono anche discostarsi molto dalle tradizionali rotte proprio perché sfruttano tutta quella bellezza paesaggistica spesso sottovalutata. Di certo il consiglio migliore è quello di viaggiare prendendosi il giusto tempo per visitare i luoghi. Proprio perché questa è una terra tutto sommato meno battuta e meno turistica, visitare la natura e tutto ciò che offre assaporandone il vero sapore è il modo migliore per visitare davvero la Basilicata.

Cosa visitare

Matera è di certo il fulcro del viaggio. Questa è una meta che non può mancare, indipendentemente dal fatto che nel 2019 è stata proclamata Capitale della Cultura. Matera e i suoi percorsi nella città vecchia dove sono presenti i famosi “sassi” ha percorsi e meraviglie imperdibili. Molto bello è anche il Parco della Murgia Materana.

Qui si potranno vedere tutte le grotte e le chiese rupestri, uniche e speciali nel loro genere. Un patrimonio artistico e culturale senza eguali che va visitato almeno una volta nella vita. Quest’anno è poi di certo l’occasione migliore per farlo. Proseguendo poi nei dintorni di Matera vale la pena far visita al castello di Malconsiglio. Da qui si potrà poi andare verso sud e quindi verso il mare.

Sempre a sud, oltre a meravigliose spiagge sulla costa, si trovano moltissimi siti di interesse archeologico. L’area archeologica lì presente si chiama Magna Grecia, proprio dal nome che il sud della nostra penisola prese dopo le conquiste greche. Metaponto è di certo il più fulgido esempio di area di interesse archeologico. Insieme a Policoro e Nova Siri è di certo una delle mete più ambite dagli appassionati di archeologia.

Anche la parte centrale della Basilicata riserva moltissime sorprese da scoprire grazie anche al rilievo montuoso delle Dolomiti Lucane. I paesini che costellano questo massiccio valgono una visita. Inoltre gli appassionati di escursionismo di certo troveranno nel Parco Nazionale del Pollino, spostandosi verso la Calabria, il luogo ideale per praticare.

A nord della Basilicata si trova poi la Valle dell’Agri, dall’omonimo fiume. Uno dei borghi più belli da visitare è di certo quello di Aliano con il suo Parco Letterario Carlo Levi. Un parco davvero unico nel suo genere che merita una visita particolare. Di certo sempre nei dintorni non può mancare una visita al Parco dei Calanchi. Queste particolari formazioni geologiche sono davvero interessanti e meritano una visita particolare e accurata.

Come muoversi

Di certo il mezzo migliore per muoversi è l’auto. Che si raggiunga la regione direttamente in auto o che si voglia affittare in loco questa è di certo la scelta migliore. Moltissime zone purtroppo non sono ben collegate ed è difficile raggiungerle con i mezzi., Anche qualora ci siano pullman che raggiungano i paesini più piccoli gli orari sono di certo proibitivi.

Con l’automobile di certo si è più liberi di girare e si riescono a raggiungere molti più posti che, diversamente, non si potrebbero raggiungere. Le visite nelle città e nei borghi, però, vanno fatte rigorosamente a piedi, non solo per l’accesso limitato ad essi, ma anche per godersi al meglio il panorama. La lentezza è la dote fondamentale per chi vuole visitare la Basilicata e dunque non c’è modo migliore che proseguire la visita a piedi.

Senza il bisogno di seguire orari prestabiliti che i mezzi ci impongono, le visite a piedi consentono di assaporare davvero tutto il meglio di questa terra. Sia che si decida di visitare un borgo, che un parco naturale, di certo spostarsi a piedi è il metodo migliore. L’auto serve solamente per coprire le grandi distanze e per evitare di perdere tempo inutilmente, ma il resto del viaggio è meglio se fatto a piedi.

Questo è di certo il modo migliore per godersi e soprattutto conoscere una regione così ricca di luoghi poco turistici come la Basilicata. La forza di questa regione è proprio il suo essere “ostile” al turista. In questo modo essa ha preservato quella veridicità che altrimenti sarebbe andata perduta nel tempo attraverso gli anni.

La bellezza della natura selvaggia e dei luoghi poco battuti di certo non lascerà il visitatore indifferente. Nel tempo, di certo, i servizi nei confronti dei visitatori sono aumentati e migliorati. Di conseguenza si potrà avere accesso a moltissimi luoghi migliorati rispetto a prima, ma rimasti intatti e che hanno conservato la loro bellezza selvaggia.

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 1 Average: 5]