Bologna. Il capoluogo dell’Emilia Romagna sta vivendo un pomeriggio drammatico, iniziato circa tre ore fa dopo diverse tensioni che sono esplose in mattinata e si sono andate via via amplificando. Il centro cittadino è oggi protagonista della manifestazione antifascista di tutti  coloro che sono scesi in Piazza Galvani per esprimere il proprio dissenso nei confronti del comizio di Roberto Fiore, leader del partito di estrema destra Forza Nuova.

Il comizio è previsto per la serata di questa sera e circa un centinaio di giovani, tra cui numerosi studenti, hanno iniziato a manifestare al grido di “Oggi è la nostra Resistenza”. I giovani del collettivo Làbas hanno occupato la piazza, sostenendo che da lì non si sarebbero mossi, al fine di impedire lo svolgimento del comizio di Forza Nuova. In precedenza, gli attivisti di Hobo avevano fermato  il Consiglio Comunale in corso stamane per esporre uno striscione e dar voce alle loro proteste.

Lo striscione, recante la frase “Consiglio Comunale complice dei fascisti”, è stato intercettato e requisito dai Virgili Urbani che hanno anche liberato l’aula dai manifestanti. Il Consiglio Comunale viene ritenuto responsabile per aver concesso l’uso di Piazza Galvani a Forza Nuova. In molti sostengono che la violenza fascista del gruppo sia inaccettabile, così come le provocazioni del capogruppo Roberto Fiore e che non tutti abbiano diritto di parola.

Intorno alle 14:05 sono iniziati gli scontri tra i manifestanti di Piazza Galvani e le Forze di Polizia, in tenuta antisommossa. Sono intervenuti anche i mezzi blindati e le cose non si sono svolte in modo pacifico. Ci sono state delle cariche e qualcuno è stato raggiunto da dei colpi di manganello. I manifestanti sono stati rimandati indietro, ma il centro di Bologna è rimasto paralizzato a causa dei disordini. Si  contano 5 feriti: quattro studenti ed un poliziotto.

La giornata di Bologna, già densa di questi eventi, si profila ancora molto lunga. Dei presidi antifascisti saranno attivi nel tardo pomeriggio nelle zone di Piazza Maggiore e Piazza Nettuno. Dalle 19:30 in poi è previsto l’inizio dell’incontro elettorale tra gli esponenti di Forza Nuova ed i loro sostenitori.