Carolina Kostener anche in queste Olimpiadi Invernali di PyeongChang si è distinta per le sue grandi capacità, raggiungendo il 5° posto in classifica. Nonostante non sia arrivata prima, la Kostener è felice del suo risultato che è comunque ottimo come sempre. L’atleta azzurra è rimasta a 20 punti dal primo posto, ossia dalla nuova campionessa, e a 10 punti da Satoko Miyahara al 4° posto. La nuova campionessa è Alina Zagitova, atleta russa, che a soli 15 anni è arrivata al primo posto sul podio e ha regalato agli alteti delegati russi il primo oro di questi giochi olimpici invernali. La gara è stata definita eccezionale e di grande e spessore tecnico.

Nella classifica della gara troviamo al primo posto Alina Zagitova  (239.57), al secondo posto Evgenia Medvedeva (238.26), Kaetlyn Osmond ( 231.01) ha raggiunto il terzo posto, come detto prima al 4 posto Satoko Miyahara ( 222.38), al 5 Carolina Kostener (212.44) a cui segue al sesto posto Kaori Sakamoto (209.71), al posto numero sette Dabin Choi (199.26),  Maria Sotskova all’ottavo (198.10), al 9 posto Bradie Tennell (192.35) e infine al posto 10 Mirai Nagasu ( 186.54).

Carolina Kostener si è trovata gareggiare con atlete che hanno molti anni in meno di lei e nonostante ciò a saputo raggiungere un posto del tutto discreto e per nulla disprezzabile. L’atleta di fronte alle telecamere si è detta soddisfatta di questa olimpiade. Riferisce che non è importante la perfezione quanto capire i propri limiti, cercando comunque di dare il massimo. Il podio era difficile da raggiungere, sopratutto data l’età delle sue avversarie, elasticamente più giovani e avvantaggiate. Questo però non influenza l’atleta, che non si sente demoralizzata o sconfitta, anzi si sente sempre più forte rispetto alle prime Olimpiadi sia a livello tecnico, fisico, ma sopratutto a livello mentale ed emotivo. La sua storia è di grande influenza e di esempio per i giovani atleti, ma non solo, per tutti coloro che hanno delle forti aspirazioni e desideri.