Carta prepagata

Le carte di pagamento sono sempre più diffuse: tanto in Italia, quanto nel resto del mondo. Se uomini e donne di età adulta, con ogni probabilità, sono ancora legati all’idea di pagamento in contanti, Millennials e Gen Z si stanno abituando direttamente a utilizzare soluzioni più tecnologiche e sicure. Un sistema di pagamento elettronico presenta diversi vantaggi rispetto alla circolazione di denaro contante: da una parte lo Stato ha modo di combattere i pagamenti in nero e l’evasione, potendo contare su una migliore tracciabilità delle singole transazioni.

Allo stesso tempo gli utenti stanno imparando a usufruire di sconti, incentivi, bonus e rimborsi legati proprio all’uso di una carta di credito, di un bancomat o anche di una semplice carta prepagata. In tal senso è tanto celebre quanto recente l’esempio del Cashback: un’iniziativa di Stato che ha permesso a milioni di persone di riottenere il 10% delle spese effettuate attraverso sistemi specifici di pagamento elettronico. Ma quali sono le soluzioni più in voga del momento? Se si parla di carte prepagate, il nome da tenere a mente è sicuramente YAP, una soluzione ormai sempre più apprezzata dagli utenti. A tal proposito, per capire nel dettaglio cos’è e come funziona YAP, è possibile consultare l’apposita guida realizzata dagli esperti di Investimentifinanziari.net che passano in rassegna le caratteristiche di questa carta prepagata che sta riscuotendo grande successo.

Come funzionano le carte prepagate

Il primo aspetto su cui fare luce riguarda le caratteristiche specifiche delle carte prepagate, che, in questo momento storico, stanno vivendo un vero e proprio boom di consensi. La carta prepagata viene apprezzata per la sua semplicità d’uso e per la quasi totale assenza di vincoli. Si tratta infatti di uno strumento di pagamento molto diverso rispetto a una carta di credito, ma che, allo stesso tempo, non permette l’addebito delle spese su un lungo periodo.

La carta prepagata infatti è identica al Bancomat da questo punto di vista e tutte le spese vengono addebitate in tempo reale: ciò vuol dire che il titolare non può mai andare al di sotto della somma effettivamente presente nel suo conto. La presenza di un conto corrente è l’elemento che permette di fare un’ulteriore distinzione tra Bancomat (o carta di debito) e carta prepagata: quest’ultima infatti può essere dotata di IBAN, così come può essere scollegata da un qualsiasi tipo di conto. Detto questo, la peculiarità più rappresentativa della carta prepagata è legata alla possibilità di ricaricarla di denaro ogni qual volta lo si ritenga necessario.

I vantaggi della carta prepagata yap

YAP è una carta prepagata che rende gli acquisti e gli scambi di denaro davvero molto semplici e immediati. Si tratta di una carta dotata di IBAN, che può essere utilizzata sia per gli acquisti in negozio che all’interno di store online, e-commerce ecc. Essendo pensata soprattutto per un pubblico di giovani e giovanissimi, la carta prepagata YAP presenta alcune limitazioni in termini di bonifici: questi ultimi infatti possono soltanto venire ricevuti e non inviati.

C’è un limite anche relativo ai prelievi: se ne possono effettuare massimo due al giorno e prevedono una commissione di 1 € sul territorio italiano e negli stati dell’Unione Europea (4 € per stati extra UE). Uno dei fiori all’occhiello di YAP è sicuramente il cashback proprio: un’iniziativa che permette ai titolari di accumulare delle specie di gettoni virtuali, che poi potranno venire riutilizzati per ottenere dei buoni spesa di vario genere. A proposito di spese, l’applicazione mobile di YAP permette di visualizzare tutte le transazioni effettuate all’interno di una timeline. Insomma, YAP è un’ottima soluzione per avvicinare i più piccoli al mondo dei pagamenti elettronici. Va però ricordato come gli utenti minori debbano usufruire dell’autorizzazione scritta dei genitori per potere aprire il proprio profilo.

 

 

 

 

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]