Ieri si è svolta una cerimonia che non solo è stata solenne, ma ha segnato un vero e proprio rito di passaggio nella storia di Marsala e non solo. Ieri è stato fatto il passaggio di consegne della carica di Comandante della Guardia Costiera della città di Marsala che per la prima volta andrà ad una donna, Chiara Picardi. Questa è stata un’occasione solenne e che soprqattutto ha segnato una svolta importantissima mai avvenuta prima nella storia della città e che apre davvero al futuro.

Il passaggio di consegne

La cerimonia è avvenuta con il passaggio di consegne alla Picardi da parte del comandante Nicola Pontillo, che lascia il ruolo a distanza di solo un anno. Il futuro di pontillo, infatti, sarà come comandante di San Benedetto del Tronto. Questo è un incarico importantissimo a cui Pontillo tiene davvero moltissimo e che può dare molto onore alla sua carriera. Pontillo, con il passaggio di consegna, ha anche voluto ribadire quanto il suo lavoro a Marsala sia stato utile.

L’ex comandante ha infatti sottolineato nel suo discorso di congedo quanto il lavoro fatto sia stato per lui importante e quanto la collaborazione sia stata utile. Pontillo sottolinea come sia riuscito a “lavorare in sicurezza” con tutti i ragazzi della squadra e come i risultati raggiunti siano stati ottimali. A Marsala e Petrosino il lavoro fatto è stato a detta sua eccellente. I controlli che nel tempo sono stati attuati per tutelare al meglio l’ambiente costiero e marino sono stati davvero importanti.

Le attività svolte per la salvaguardia dell’ambiente sono state il punto centrale della sua breve avventura che, però, ha portato ad ottimi risultati. Risultati che ha tutta l’intenzione di portare avanti il neo comandante Picardi. il suo discorso dopo l’investitura, infatti è stato proprio rivolto agli obiettivi che si prefigge.

La scelta di Chiara Picardi

Le prime parole di Chiara Picardi sono state proprio un continuum del discorso del suo predecessore Pontillo. Chiara Picardi ha sottolineato che “Dobbiamo impiegare il massimo forzo nella tutela della salute delle persone, dell’ambiente marino e del paesaggio”. Il suo è un ruolo importantissimo e il fatto che lei sia la prima donna Comandante della Guardia Costiera è ancora più importante. Il suo compito sarà quello di dirigere l’Ufficio circondariale lilibetano, un impegno non da poco che la Picardi saprà di certo onorare al meglio.

Il passaggio a lei della consegna è avvenuto con una cerimonia molto solenne a cui hanno partecipato tutte le autorità civili, religiose e anche militari. L’importanza di questa cerimonia ha, questa volta, un valore aggiunto che di certo apre le porte al futuro. Un futuro che è stato posto in ottime mani, scelte proprio per la capacità di gestire le situazioni critiche e prendere decisioni in modo rapido e utile.

E’ proprio Franco Maltese, il Comandante della Guardia Costiera di Trapani, che elogia l’operato di Pontillo. Egli sottolinea come sicuramente anche il nuovo Comandante Chiara Picardi saprà fare altrettanto bene. Le premesse sono di certo le migliori, le persone scelte competenti e il lavoro già fatto molto importante. Maltese sottolinea quanto sia centrale il problema della salvaguardia del lago Stagnone, da sempre punto critico. La Picardi dal canto suo ha sottolineato che farà tutto ciò che è in suo potere per salvaguardare la situazione e collaborerà con le autorità.

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]