Una grave incidente in bicicletta avvenuto nel mese di giugno ha lasciato Kristina Vogel, la campionessa mondiale ed olimpionica del ciclismo sprint, paralizzata dalla vita in giù. Poche ore fa, la ciclista tedesca ha deciso di rivelare alla rivista tedesca Der Spiegel la terribile notizia di quest’incidente che ha compromesso per sempre la sua carriera sportiva.

Kristina Vogel rimasta paralizzata a causa di un incidente

La ciclista tedesca ha conquistato undici titoli mondiali e ha ottenuto anche l’oro olimpico a Rio nel 2016. Nel mese di giugno, la campionessa olimpionica e mondiale del ciclismo sprint Kristina Vogel ha subito un terribile incidente in bici. L’atleta ha avuto una collisione mentre si allenava in un velodromo nella città tedesca di Cottbus. La ciclista tedesca ha subito varie lesioni spinali ed è stata trasportata in aereo a Berlino per sottoporsi ad un intervento chirurgico d’urgenza. Dopo questo grave incidente sia la stessa Kristina Vogel che la sua famiglia si sono rifiutati di parlare pubblicamente delle sua tremende condizioni di salute. Solo adesso ha deciso di parlare della sua paralisi ad una rivista tedesca.

Le dichiarazioni di Kristina Vogel: è rimasta paralizzata dalla vita in giù

Alla rivista tedesca “Der Spiegel” Kistina Vogel ha concesso la sua prima intervista pubblica dopo il suo incidente avvenuto il 26 di giugno. La donna voluto raccontare del suo terribile incidente e delle sue gravi condizioni di salute. Ecco cosa ha riferito “È una situazione schifosa, non c’è nient’altro da dire a riguardo. Non importa da che parte lo guardi, non posso più camminare, sono paralizzata dalla vita in giù. Poi ha aggiunto “Ma cosa posso fare? Penso sempre che prima accetti una nuova situazione, meglio puoi affrontarla. Non volevo che la gente mi vedesse con queste ferite. La ciclista Kristina vogel ha riferito alla rivista tedesta Der Spiegel che nelle prime immagini ai raggi X, la sua colonna vertebrale sembrava un tavolo pieghevole Ikea. Dopodiché ha aggiunto “Sono molto fortunata ad essere ancora viva e ad avere braccia perfettamente funzionanti. Potrei essere stata paralizzata dal collo in giù”. La Vogel ha dichiarato che ora è troppo presto per pensare a un futuro da atleta paralimpica, ma si sente pronta per iniziare a parlare pubblicamente di quello che è successo. Ha infatti dichiarato “Eccomi, e sto bene. Sono ancora qui e sono sempre la stessa vecchia pazza che conoscete. Voglio essere una motivazione per gli altri. Non importa quale sia il destino per te, la vita va avanti, nel mio caso ora su quattro ruote anziché su due ruote. Le mie braccia ora sono anche le mie gambe”.