Che l’Italia sia uno dei paesi con molte tasse e burocrazia non è di certo una novità.

Spesso districarsi tra i vari adempimenti non è facile, quindi cercheremo di fare un po’ di chiarezza per quanto attiene i codici dei tributi che vengono utilizzati nella compilazione del modello F24.

Utilizzando il sito dell’Agenzia delle Entrate, si ha accesso ad una chiara descrizione dei vari tributi ed ai rispettivi codici da indicare sull’F24.

Distinguendo tra i tributi sulle persone fisiche e quelli sugli immobili vediamo quali sono i principali codici tributi F24 da utilizzare.

Codici tributi: quali utilizzare nel Modello F24?

L’elenco dei codici tributo modello F24 può essere molto lungo, ma è possibile indicare quelli più comuni.

I codici tributo per la compilazione del modello F24 sono una serie di numeri che permettono di identificare un adempimento specifico quale, per esempio, Irpef, Imu, Tasi, Tarsu, Tares.

IRPEF

Rappresenta il tributo dovuto dalle persone fisiche. La scadenza ordinaria per il saldo ed il primo acconto è fissata il 16 giugno, il versamento può essere effettuato in un’unica soluzione o rateizzato, mentre il secondo acconto, la cui scadenza è il 30 novembre, va versato in un’unica soluzione.

Nel caso in cui il contribuente versi l’IRPEF a saldo il codice tributo da indicare sul modello F24 è il 4001.

Mentre se si versa l’acconto prima rata bisogna indicare il codice 4033.

Per l’acconto della seconda rata o per il versamento in un’unica soluzione il codice è 4034.

Per il versamento dell’addizionale comunale IRPEF i due codici tributi sono rispettivamente il 3843 per l’acconto e il 3844 per il saldo.

Per il versamento, invece, dell’addizionale regionale il codice è 3801.

IMU

L’IMU, Imposta municipale Unica, è la tassa che ha sostituito l’ICI reintroducendo la tassazione sulla proprietà di immobili, terreni e fabbricati.

L’IMU non è dovuta per la prima casa.

I codici relativi ai vari casi per cui va versata sono i seguenti:

3912 su abitazione principale e relative pertinenze – articolo 13, c. 7, d.l. 201/2011 – competenza comune;

3913 su fabbricati rurali ad uso strumentale competenza comune;

3914 sui terreni – competenza comune;

3915 sui terreni – competenza stato,

3916 sulle aree fabbricabili – competenza stato;

3918 su gli altri fabbricati – competenza comune.

TARI

La TARI indica la tassa sui rifiuti: introdotta nel 2013 in sostituzione della TIA, della TARSU e della TARES, rappresenta una componente della IUC (imposta unica comunale) insieme all’IMU e alla TASI.

Il codice per il pagamento di tale tributo attraverso F24 è il 3944.

TASI

Con l’introduzione della IUC è stata istituita una nuova imposta comunale la TASI (Tassa sui Servizi Indivisibili).

Tale tributo serve a finanziare l’illuminazione comunale, la manutenzione stradale e tutti i servizi comunali attinenti la collettività.

I codici da indicare sull’F24 sono i seguenti:

3958 su abitazione principale e relative pertinenze art.1.c.639-l.n.147/2013 e successive modificazioni

3959 su fabbricati rurali ad uso strumentale-art.1.c.639-l.n.147/2013 e successive modificazioni

3960 su le aree fabbricabili -art.1.c.639-l.n.147/2013 e successive modificazioni

3961 su altri fabbricati -art.1.c.639-l.n.147/2013 e successive modificazioni.

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]