Nel mondo di oggi la maggior parte delle persone che utilizzano internet quotidianamente hanno profili social che aggiornano costantemente.

La passione per i social network e per la volontà sempre più dilagante di voler informare sempre più follower dei propri movimenti è in costante aumento.

Ciò che davvero è importante per chiunque abbia un social network è avere più follower possibile per poter mostrare a sempre più persone tutti gli aspetti della propria vita e i propri spostamenti.

Quello che apparentemente non sembra importante e, anzi, sembra solo questione di egocentrismo è la continua smania di avere sempre più follower.

In realtà, dietro a questa volontà di aumentare i follower, non è sempre e solo fine a se stessa.

Sicuramente la componente narcisistica esiste ed è molto forte ma c’è chi, sfruttando la grande quantità di follower ha promosso i suoi interessi trasformando tutto ciò in un lavoro a tempo pieno.

Come aumentare i follower sui social

La piattaforma social più utilizzata in assoluto è di certo Facebook.

Nonostante i problemi di privacy a cui ha dovuto rispondere il creatore, Mark Zuckerberg, resta comunque e sempre la piattaforma preferita per interagire con gli altri e per aggiornare continuamente i propri “stati”.

Il modo migliore per aumentare i follower è di certo provare a cercare persone che condividano i nostri stessi interessi.

Un buon modo, ad esempio, è quello di iscriversi a gruppi comuni.

I gruppi comuni, di qualsiasi tipo essi siano, raccolgono interessi comuni in cui si possano avviare discorsi e dibattiti anche molto produttivi e stimolanti.

A quel punto, cercare di instaurare qualche rapporto non sarà affatto difficile e, di conseguenza, anche aumentare i follower.

Il modo migliore è di certo cercare di essere sempre molto attivi e pubblicare aggiornamenti continui per poter catturare l’attenzione di moltissime persone.

Sui social conta moltissimo l’apparenza, che non vuol dire assenza di sostanza in tutti i casi, ma che comunque l’occhio vuole la sua parte.

Sicuramente una bella voto correlata magari con qualche frase d’impatto cattura di più l’attenzione che un post senza foto o una foto magari non particolarmente “patinata”.

Il segreto, infatti, è cercare di fare foto che richiamino l’attenzione e che mettano in risalto tutte le particolarità della persona, come ad esempio gli occhi.

Come creare un businness

Sui social, però, non si necessita solamente di un buon numero di follower per scopi puramente narcisistici.

Talvolta è anche importante per poter accrescere la propria passione e per trasformarla magari in un’attività redditizia a tempo pieno.

Un nome sicuramente conosciuto a tutti è quello di Chiara Ferragni.

La Ferragni è riuscita a trasformare il suo hobby, essere una fashion blogger, in un vero e proprio mestiere che le ha permesso di diventare davvero multimilionaria.

Chiara Ferragni è di certo il caso più eclatante e non si può pensare di diventare tutti come lei.

Ssicuramente in qualche modo ci vogliono stoffa e possibilità, ma trasformare un hobby nella propria attività non è un sogno del tutto irrealizzabile.

Su Facebook è anche possibile creare delle pagine a se stante interamente dedicate alla nostra attività.

Queste ultime, se ben pubblicizzate anche tramiti i nostri profili social correlati, riusciranno in breve tempo a catturare l’attenzione di tutti.

Un altro trucco fondamentale è di certo creare una vera e propria “rete” in grado condividere istantaneamente su tutti i social i nostri aggiornamenti.

In questo modo si è in grado di raccogliere più interesse e più consensi possibile.

Nel giro di breve tempo sarà sicuramente possibile destare l’interesse di moltissime persone.

Non è escluso che magari si riesca a catturare l’attenzione di qualcuno del settore in grado di trasformare il nostro hobby in lavoro.