Fare la spesa gratis, diciamo la verità, non è proprio possibile, ma ci sono diversi modi per risparmiare, soprattutto usando i coupon. Ma quali sono i consigli da seguire? Per saperne di più, si può continuare a leggere questa pagina.

Gli sconti e i coupon

Per risparmiare sulla spesa, la cosa migliore è cercare gli sconti, sia delle varie marche che dei supermercati. Per trovare i suddetti sconti, ci sono diversi modi, a cominciare dai volantini dei supermercati, su cui si possono trovare varie offerte su determinati prodotti. Oltre che con i volantini, si possono trovare gli sconti delle varie marche non solo sui siti ufficiale di queste ultime, ma anche su delle app specifiche, come Mycoupon di Groupalia o scontOmaggio. C’è da dire, comunque, che questi sconti hanno dei limiti. Ad esempio, alcune offerte durano per circa una settimana o due, oppure si può ricevere uno sconto se si arriva a spendere una cifra minima con la spesa.

I coupon sono dei codici promozionali, formati da numeri, che possono essere usati sia per supermercati che su siti di e-commerce (che già offrono degli sconti). Si possono trovare su diversi siti, e volendo si possono accumulare per fare una vera e propria spesa gratuita, o perlomeno fortemente scontata.

Altri consigli per risparmiare sulla spesa

Gli sconti e i coupon non sono, tuttavia, l’unico metodo per fare la spesa risparmiando. Ci sono, infatti, diversi consigli da seguire, come:

  • controllare bene la dispensa e il frigorifero, in modo da non acquistare prodotti che sono già presente nella propria cucina, rischiando anche che vadano a male;
  • fare una lista della spesa, che sembra un fatto scontato, ma che aiuta a non prendere più di quello che è necessario;
  • mangiare prima di andare a fare la spesa, in modo da non prendere snack e altri cibi che non servono e possono far ingrassare;
  • non portare i bambini al supermercato, perché nella maggior parte dei casi insistono per voler comprare cose che non servono, oppure dei giocattoli costosi o magari snack che possono fare anche male;
  • recarsi prima in determinati reparti del supermercato, in primo luogo in quello ortofrutticolo, passando poi da quelli che comprendono prodotti necessari. Nel reparto della verdura e della frutta, inoltre, si consiglia di non acquistare frutta o verdura già tagliata, e lo stesso vale per i cibi precotti, che sono più costosi;
  • guardare negli scaffali più bassi dei vari reparti, in quanto è lì che vengono messi i prodotti meno costosi, come scelta di marketing;
  • fare delle scorte, acquistando certi prodotti a pacchi o a confezioni da quattro, da sei, etc, per quanto riguarda le conserve, la carta da cucina, la carta igienica, e altri prodotti del genere;
  • non comprare al supermercato spezie o altri cibi esotici, ma acquistare in negozi specializzati;
  • raccogliere i punti, che siano del supermercato o di alcune marche, per trovare offerte vantaggiose.
Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]