Il diabete nei gatti è una malattia complessa e per questo motivo il trattamento può sembrare scoraggiante. Fai le cose un passo alla volta e vedrai che i problemi si ridurranno a dismisura. La buona notizia è che il diabete è curabile. In questo articolo ti mostrerò come puoi prenderti cura di un gatto diabetico.

Iniezioni di insulina

L’insulina è un ormone che aiuta le cellule ad assorbire lo zucchero dal sangue. Il diabete nei gatti è il risultato del fatto che il pancreas non produce abbastanza insulina o che le cellule del corpo non riescono a rispondere correttamente a questa sostanza. Le iniezioni giornaliere di insulina ed un controllo dell’alimentazione possono aiutarti a riportare i livelli di zucchero nel sangue in linea e consentire al gatto di comportarsi normalmente. L’insulina viene somministrata usando una siringa speciale con un ago per capelli fini o un dispositivo di dosaggio automatico chiamato Vetpen. La maggior parte dei gatti si stabilizza con le iniezioni fatte due volte al giorno. Ma se il tuo programma non lo consente, sii onesto con il tuo veterinario. Diversi tipi di insulina hanno proprietà diverse, e se un’iniezione giornaliera è ciò che funziona per te, allora il veterinario può tenerlo presente con una diversa scelta di insulina.

Dieta a calorie controllate

Il trattamento con una dieta speciale e con le iniezioni di insulina può “riposare” il pancreas, permettendogli di ripararlo e prepararlo per iniziare a produrre insulina ancora una volta. Questo è il motivo per cui i veterinari sottopongono i gatti sovrappeso o obesi ad una dieta a calorie controllate. Questi gatti hanno purtroppo l’abitudine di immagazzinare il grasso all’interno delle cellule produttrici di insulina, che soffoca la loro capacità di produrre insulina vitale.

Scelte alimentari

Nutrire un gatto diabetico con la giusta dieta può fare una grande differenza. Questi animali a quattro zampe dovrebbero evitare gli zuccheri e gli alimenti altamente trasformati. Il gatto ha bisogno di un cibo che promuova il rilascio di energia sostenuta piuttosto che un picco di zucchero. Idealmente, bisogna somministrare una dieta ricca di proteine (a base di carne) o una dieta ricca di fibre (quest’ultima è una raccomandazione comune tra i veterinari ma è controversa perché i gatti selvatici non mangiano cibi ricchi di fibre). Alcuni alimenti confezionati (come il cibo semi-umido) contengono alti livelli di umettanti, che causano picchi di zucchero nel sangue; ti consiglio di evitarli.

Sottoponi il gatto allo screening

Quando le finanze lo permettono, lascia che il tuo veterinario esegua una raffica di esami del sangue per aiutare ad identificare i problemi che potrebbero rendere difficile la stabilizzazione del gatto. Un esempio è sottoporre il tuo animale domestico allo screening se ha alti livelli di ormone della crescita nel sangue. Quest’ultima è una condizione chiamata “acromegalia”, che affligge circa il 25% dei gatti diabetici e che può rendere più difficile la loro cura.

Controllo del sangue

Di tanto in tanto, è necessario monitorare il tuo gatto per verificare se la dose di insulina è corretta. Ciò comporta l’esecuzione di una puntura di sangue ogni ora o giù di lì per verificare la quantità di zucchero presente nel sangue. Questo controllo del sangue può essere fatto presso la clinica veterinaria o anche a casa. In effetti, il test a casa è preferibile perché il gatto di solito è meno stressato.

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]