Il web è di certo una delle risorse più importanti del nostro tempo. Attraverso il web siamo in grado di accedere ad una grande quantità di informazioni in tempo reale per restare sempre aggiornati su ciò che succede nel mondo. Qualunque sia la notizia, il web, è di certo il primo in grado di fagocitarla e redistribuirla tra tutti.

Se però da un lato è un aspetto importantissimo e insostituibile di informazione, dall’altro può avere esattamente l’effetto opposto. L’informazione che passa attraverso il web è direttamente proporzionale alla disinformazione che spesso viene fatta. Dal momento che chiunque ha accesso a questo strumento, chiunque può scrivere qualunque cosa spacciandola per verità.

Le notizie false che girano per la rete sono le cosiddette Fake News. Le fake news, molto spesso, creano un vero e proprio effetto domino sull’opinione pubblica che inizia ad avere una visione molto distorta della realtà. Quella che era partita come una semplice bugia, rischia di trovarsi davvero al centro dell’attenzione e di venir presa come realtà.

Chi crea queste fake news, ovviamente, ha proprio questo come scopo, ovvero la condivisione incontrollata da parte di utenti poco attenti. In questo caso a farla da padrone in negativo sono i social network.

Attraverso i social network e in particolar modo Facebook, la fake news può essere ricondivisa milioni di volte e mandare un messaggio che la smentisca non è affatto facile per nessuno.

Se inizialmente questo non era un problema così allarmante, ad oggi le fake news si moltiplicano in modo del tutto incontrollato e di conseguenza è necessario prendere serti provvedimenti.

Per questo motivo, Facebook, ha introdotto un vero e proprio controllo per le “bufale”

 

 

Le armi messe a disposizione di Facebook

Facebook ha creato una rete di “protezione” che dovrebbe evitare la diffusione di Fake news. Questo provvedimento è stato preso non appena si è visto che la situazione stava sfuggendo di mano, anche se, comunque, non sempre è sufficiente.

Per questo motivo è stato introdotto un ulteriore controllo sulle pagine che vengono diffuse. Questo controllo permette al lettore di sapere da quale paese proviene l’informazione.

Attraverso della sezione “People Who Manage This Page” è possibile trovare tutte le informazioni del caso. E’ molto importante riuscire ad avere un riscontro e sapere da dove provengono le informazioni per capire se possono essere reali oppure no. Il controllo già introdotto sulle fake news ha molto migliorato la qualità delle informazioni ma non sempre in modo sufficiente.

Spesso le “bufale” sono davvero moltissime e scovarle tutte non è affatto facile, anzi. Per questo motivo, soprattutto sui social network dove la condivisione può diventare incontrollata e selvaggia, è necessario introdurre dei controlli di questo tipo.

Con questo nuovo strumento a disposizione è possibile sapere da dove proviene un’informazione in modo da poter avere una sicurezza ulteriore sulla veridicità di ciò che c’è scritto.

Purtroppo nonostante tutti i metodi di protezione non sempre si riesce ad essere al riparo da queste fake news, ma di certo è molto più difficoltoso per chi le inventa farle condividere al popolo dei social.

I controlli sono fondamentali e si aggiornano di continuo proprio per dare informazioni reali e non manipolate.

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]