La situazione ferrovie e treni, in Italia, è purtroppo davvero problematica un po’ ovunque. I servizi sono spesso discontinui e le informazioni date ai cittadini non sempre chiare ed esaustive. In alcune regioni, più che in altre, la situazione diventa man mano sempre più difficile da sostenere e i pendolari hanno sempre più problemi. E’ il caso della Sicilia, dove il Comitato Pendolari Siciliani -Ciufer chiede risposte che, fino a questo momento, non ha avuto.

La situazione treni in Sicilia

Come in molte altre parti d’Italia, anche in Sicilia ci sono molti problemi sulle ferrovie. Tuttavia, rispetto ad altre regioni, qui gli spostamenti sono più difficoltosi e i servizi scarsi. I trasporti sono spesso insufficienti e i pendolari non riescono ad usufruire nemmeno delle strutture che ci sono come dovrebbero.

Nuove strutture e una rete più capillare sarebbero la soluzione ideale, tuttavia se già si decidesse di mettere a posto la rete già presente, sarebbe un dato davvero molto positivo. Questo perché potrebbe aiutare moltissimo i pendolari negli spostamenti permettendo anche a moltissimi altri di usufruire di questi mezzi, portando anche un introito importante nelle casse.

Purtroppo però, la situazione è ben diversa. A fare il punto della situazione e a parlare di richieste non colte è Giosuè Malaponti, il rappresentante del Comitato pendolari Siciliani-Ciufer. Questo è un comitato di cittadini che hanno deciso di riunirsi con l’unico scopo di chiedere attivamente che vengano migliorati i trasporti su rotaia.

Le richieste riguardano tutto l’aspetto del trasporto su rotaia e comprendono anche i servizi già presenti che però, troppo spesso, sono latenti. La loro richiesta non vuole dare visibilità al movimento, ma solo portare dei rinnovamenti e delle migliorie in questo sistema. Sistema che sembra davvero fare acqua da tutte le parti. Richieste che sono state riprese, con le dovute precisazioni, dall’Assessore Falcone.

La risposta dell’assessore al Comitato pendolari Siciliani-Ciufer

L’Assessore Falcone risponde al Comitato che accusa l’assessorato regionale delle infrastrutture di non essere presente con le dovute specificazioni. Falcone, infatti, sottolinea come le richieste non siano cadute nel nulla e come ci si stia adoperando per fare davvero qualcosa. L’Assessore Falcone ha infatti specificato tutti i punti di miglioramento su cui sta lavorando attivamente la Regione Sicilia.

Innanzitutto la Sicilia è una fra le prime regioni italiane che ha stipulato il contratto con Trenitalia. Questo è stato molto importante per il territorio. Il contratto con Trenitalia, inoltre, chiede che non vengano aumentate le tariffe di trasporto. E questo sicuramente è uno dei temi fondamentali su cui era necessario fare chiarezza.

Inoltre, nel contratto, è anche presente il fatto che ci saranno delle agevolazioni per chi usa la bicicletta e quindi per l’ecosostenibilità. Anche questo uno dei temi chiave del futuro che era importante tenere in considerazione.

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]