Oggi, l’ex presidente della Corea del Sud Park Geun-hye è stata condannata a 24 anni di carcere con l’accusa di corruzione, abuso di potere e di coercizione. Questa condanna ha chiuso una drammatica caduta in disgrazia per l’ex prima donna leader del paese sudcoreano.  Park Geun-hye era infatti diventata una figura ridicola agli occhi di tutti e vittima della furia dell’opinione pubblica.

La condanna dell’ex presidente sudcoreana

L’ex presidente della Corea del Sud Park Geun-hye è stata condannata a 24 anni di carcere con l’accusa di corruzione, abuso di potere e di coercizione. Inoltre dovrà pagare una multa di ben 18 milioni di won, circa 17 milioni di dollari americani o 12 milioni di sterline. Il giudice Kim Se-Yoon ha dichiarato “Il 23% ha vinto. Condanno l’imputata a 24 anni di carcere e  dovrà pagare 18 miliardi di won di multe.” Il verdetto del giudice è stato trasmesso dal vivo e rappresenta il culmine di un terribile scandalo che ha coinvolto la Corea del Sud che ha alimentato la rabbia contro le élite politiche ed imprenditoriali. La mossa delle autorità di trasmettere il verdetto di oggi non ha precedenti ed è avvenuto poiché il caso ha suscitato un grande interesse pubblico. Tuttavia l’ex presidente sudcoreana Park Geun-hye oggi non era presente durante il verdetto. La donna ha infatti boicottato le sue udienze processuali ed in precedenza ha accusato le corti di essere prevenute nei suoi confronti. Ha inoltre negato ogni suo illecito.

Cosa ha portato Park Geun-hye alla sua rovina?

Pare che al centro della rovina dell’ex presidente della Corea del Sud Park Geun-hye ci sia un’amicizia, o meglio, un’ex amicizia. Si è infatti scoperto che la signora Park Geun-hye era collusa con il suo amico intimo Choi Soon-sil per aver fatto pressione sugli conglomerati con l’obiettivo di ottenere tangenti in cambio di favori politici. Choi Soon-sil è salito al potere come influente confidente dell’ex presidente sudcoreana e proprio come la signora Park, anche lui nel mese di febbraio è stato condannato con l’accusa di corruzione. La loro relazione è stata oggetto di un intenso scrutinio pubblico, secondo cui il signor Choi Soon-sil avrebbe avuto un’influenza indebita sugli affari della Corea del Sud attraverso il suo legame con Park Geun-hye. Dopo una lunga serie di udienze e mesi di proteste in piazza delle persone che chiedevano le dimissioni dell’ex presidente sudcoreana, la signora Park Geun-hye è stata finalmente rimossa dal suo incarico nel marzo del 2017. E’ stata arrestata poco dopo e da allora è in detenzione. La donna ha affrontato ben 18 accuse tra cui tangenti e coercizione ed è stata giudicata colpevole della maggior parte di esse.