Chi ha visto film ambientati negli Stati Uniti, non può non conoscere la sua costituzione, ma quali sono i suoi principi? Qual è la sua storia? Per saperne di più si può continuare a leggere questa pagina.

La sua storia

Dopo la guerra d’indipendenza, i tredici Stati americani dovevano redigere delle leggi, e per questi si riunì una convenzione a Fidadelfia, in Pennsylvania, nel 1787, ma passarono due anni prima che fosse rettificata. Per farlo, Benjamin Franklin si ispirò anche a La Scienza della Legislazione, di Gaetano Filangieri, con cui teneva una corrispondenza.

Questa costituzione venne strutturata in un preambolo, che inizia con “Noi Popolo”, e sette successivi articoli. Nel primo articolo si stabilisce la branca legislativa del governo, nella seconda si descrive la Presidenza, ovvero il ramo esecutivo, nel terzo viene descritto il sistema giudiziario, nel quarto viene stabilito il rapporto tra gli stati e il Governo federale, nel quinto si spiega come si emenda la costituzione, nel sesto articolo si impone la costituzione, le leggi e i trattati degli Stati Uniti stipulati in accordo con essa, e nel settimo si delineano i requisiti per ratificare la costituzione.

La Carta dei Diritti

La carta della costituzione americana, tuttavia, non va confusa con la Carta dei Diritti, che comprende i primi dieci emendamenti della prima, redatta per garantire delle libertà e dei diritti personali. Questi emendamenti comprendono:

  • il primo emendamento, che garantisce le libertà di culto, stampa e di parola;
  • il secondo emendamento, nel quale si stabilisce il diritto di portare armi, che attualmente è molto contestato;
  • il terzo emendamento, in cui si stabilisce chiaramente che le truppe americane non possono entrare in una residenza privata senza il consenso del proprietario;
  • il quarto emendamento, che difende i cittadini da perquisizioni, confische ed arresti illegali;
  • il quinto emendamento, al quale ci si può appellare per non auto-incriminarsi durante un processo (e chi segue serie televisive poliziesche sicuramente l’avrà sentito spesso);
  • il sesto emendamento, che garantisce un processo aperto al pubblico e veloce;
  • il settimo emendamento, nel quale si stabilisce il diritto ad un processo davanti a una giuria, per le controversie civili il cui valore sia superiore ai venti dollari;
  • l’ottavo emendamento, che vieta punizioni cruente, nonché cauzioni e multe eccessive;
  • il nono emendamento, in cui si sottolinea che i cittadini hanno diritti individuali, anche se non sempre questi ultimi sono inclusi nella costituzione;
  • il decimo emendamento, dove si riporta che i poteri non sono delegati dalla costituzione al governo federale, ma riservati ai rispettivi Stati o al popolo.
Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]