Tra le molte tecniche decorative che si possono fare tranquillamente a casa propria e che si possono imparare senza troppe difficoltà, c’è il decoupage. Il decoupage è una tecnica decorativa che prende il nome dal termine francese “découper”, che significa ritagliare. Questa tecnica infatti consiste nel ritagliare pezzetti di giornale, cartoline o simili, per poi incollarle e rifinirle su una superficie. Questa tecnica permette di rivestire e decorare arredi di svariato tipo in casa o di abbellire qualche piccolo oggetto, come ad esempio un vaso o altro.

Cosa serve per fare decoupage

Innanzitutto bisogna decidere cosa si vuole decorare. La scelta è molto ampia e si può spaziare da un oggetto di arredamento più grande come una sedia, fino ad arrivare ad un vaso. O ancora si può decidere di utilizzare qualche oggetto che altrimenti andrebbe buttato, come ad esempio una lattina o un vasetto alimentare, per ridare una vita e utilizzare per abbellire la casa. Il consiglio è quello di scegliere inizialmente qualcosa di semplice e piccolo, per evitare di trovarsi in difficoltà.

Una volta scelto l’oggetto ciò che occorre è colla vinilica, vernice acrilica trasparente, ritagli di giornale o cartoncino e carta vetrata. E’ importante non scegliere dei fogli eccessivamente spessi, per evitare che si stacchino dall’oggetto. Per iniziare e fare pratica, è ottimo scegliere dei ritagli di giornale con cui si può fare molta esperienza a costi davvero molto contenuti.

Come procedere

La prima cosa da fare è lavare e asciugare accuratamente l’oggetto scelto per lavorare su una superficie pulita e asciutta. Occorre poi rivestire con uno strato di acrilico tutta la superficie per prepararla ed evitare che i pezzetti scelti non si attacchino. Se non si è pratici conviene fare una prova accostando i pezzetti e magari facendo qualche foto per ricordarsi la posizione. In alternativa si può procedere scegliendo di volta in volta cosa attaccare.

Una volta che l’acrilico si è asciugato, è possibile procedere posizionando i pezzetti e attaccandoli man mano con la colla vinilica uno per uno. Questo passaggio deve essere fatto con pazienza facendo aderire perfettamente tutta la superficie del pezzetto con la colla. In questo modo tutti i pezzi saranno posizionati nel modo corretto e preciso.

Una volta che la colla vinilica è completamente asciutta, è necessario passare la vernice acrilica. A questo punto si dovrà attendere l’asciugatura completa anche di quest’ultima per completare l’adesione perfetta. Ora è necessario passare la carta vetrata per levigare la superficie e rendere il tutto più uniforme.

A questo punto è necessario procedere continuando a stendere strati di acrilico per poter rendere più compatto l’oggetto. Ogni volta occorre passare l’acrilico e la carta vetrata fino alla passata finale. Talvolta 5 o 6 passate sono sufficienti, ma bisogna valutare di volta in volta.

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]