Questo poteva essere davvero un giorno cruciale per il governo e soprattutto per la definitiva crisi. Oggi lunedì 5 agosto, infatti, si vota sul decreto sicurezza bis che, come moltissimi altri temi, divide in modo profondo le due fazioni di governo. La situazione risulta sicuramente precaria poiché i grillini di Luigi Di Maio probabilmente voteranno contro o addirittura lasceranno l’aula mentre la Lega di Matteo Salvini vuole invece proseguire dritta per la sua strada.

Cosa ci si aspetta dal voto sul decreto sicurezza bis

Questo è un voto decisamente molto difficoltoso da affrontare perché le visioni sono abbastanza differenti tra Movimento 5 Stelle e Lega. Inoltre la posizione netta e irremovibile di Matteo Salvini, mette nuovamente in crisi questa maggioranza. Quello che di certo meno piace a Luigi Di Maio, ma anche a Giuseppe Conte e a tutta la parte grillina, è la sicurezza con cui Matteo Salvini vuole proseguire sulla sua linea senza dare diritto di replica a nessuno.

Salvini  non vuole dare retta a nessuno e proseguire per la sua strada su molti dei temi che ha sempre portato avanti la Lega. Per certi versi sembra che il MoVimento 5 Stelle, di fatto, non sia più a governare insieme a loro. Matteo Salvini si rafforza nuovamente, da un lato grazie ai consensi pubblici e dall’altro grazie alla possibilità concreta di avere una maggioranzain Parlamento. Questo grazie soprattutto all’appoggio sul decreto di Forza Italia e Fratelli d’Italia senza bisogno del MoVimento 5 Stelle.

Le ragioni di Salvini

Salvini sembra essere davvero l’unico vincitore probabile di questo scontro. Questo perché da un lato rischia di non avere l’appoggio dei grillini, ma comunque di avere la maggioranza grazie a Forza Italia e soprattutto ai Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni, dall’altro non ha nemmeno paura del voto. Salvini non vuole forse ancora far cadere il governo, ma è sicuramente quello che più può guadagnarci in una nuova votazione. Questo grazie dal agli ultimi sondaggi in cui la Lega è salita al 39%.

Questi sono numeri assolutamente spaventosi che non pensava mai di poter raggiungere e che invece raggiunge e continua ad incrementare nel tempo. Il favore degli elettori da un lato e la sicurezza di Salvini dall’altro, sono sicuramente qualcosa che permette di dormire sonni tranquilli al vicepremier leghista.

L’intenzione tuttavia non è quella di far cadere il governo su questo decreto o su altri decreti, o comunque non ancora. L’azione di governo con il suo contratto sembra destinata a proseguire. Salvini, di certo,sembra che stia lavorando lentamente ed eventualmente per future elezioni, che però potrebbero non verificarsi prima qualche anno. Non si esclude infatti che il governo possa di fatto reggere per tutta la legislatura e che si vada al voto decisamente più avanti e non prima della fine del mandato.

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]