Nella letteratura e negli studi di nutrizione esistono tantissimi regimi e piani dietetici, che possono funzionare o meno, ma forse esiste una dieta migliore per assicurare l’eterna longevità.

Una recensione del 2012 pubblicata sul Journal of Environmental Health ha rilevato che il bilanciamento del pH del corpo, attraverso una dieta alcalina, può essere utile per ridurre la mortalità da numerose malattie croniche e disturbi come: ipertensione, diabete, artrite, carenza di vitamina D e basso osseo densità.

Diete alcaline: come funzionano?

Come funzionano le diete alcaline? La ricerca ha validato la tesi che le diete costituite da alimenti altamente alcalini – verdure fresche, frutta e fonti di proteine ​​vegetali non trasformate, per esempio – producono un livello di pH delle urine più alcalino, che aiuta a proteggere le cellule sane e bilancia i livelli di minerali essenziali.

Ricordiamo che il pH è una misura dell’acidità o dell’alcalinità dei fluidi e dei tessuti del nostro corpo. Viene misurato su una scala da 0 a 14: più una soluzione è acida, più basso è il suo pH. Più è alcalino, più alto è il numero. Un pH intorno a 7 è considerato neutro.

Dieta alcalina: quali sono i benefici per l’organismo umano?

Ecco quali sono i benefici per l’organismo umano per chi segue una dieta alcalina:

Protegge la densità ossea e la massa muscolare

L’assunzione di minerali svolge un ruolo importante nello sviluppo e nel mantenimento delle strutture ossee.

La ricerca dimostra che più frutta e verdura alcalinizzanti viene consumata, maggiore è la protezione che potrebbe derivare da una riduzione della densità ossea e della perdita muscolare, a seguito dell’invecchiamento.

Riduce il rischio di ipertensione e ictus

Uno degli effetti anti-invecchiamento di una dieta alcalina è legato alla riduzione dell’infiammazione ed all’aumento della produzione dell’ormone della crescita.

Ciò contribuisce a migliorare la salute cardiovascolare e ad offrire una protezione contro il colesterolo alto, l’ipertensione (pressione alta), i calcoli renali, l’ictus e la perdita di memoria.

Aumenta l’assorbimento della vitamina e previene la carenza di magnesio

Molte persone sono carenti di magnesio e, di conseguenza, soffrono di complicazioni cardiache, dolori muscolari, mal di testa, disturbi del sonno e ansia.

Il magnesio disponibile è anche necessario per attivare la vitamina D e per prevenirne la carenza. La vitamina D è importante per il buon funzionamento del sistema immunitario.

Aiuta a migliorare la funzione immunitaria e protegge dal cancro

Quando le cellule non hanno abbastanza minerali per smaltire le tossine o per ossigenare completamente il corpo, l’organismo umano tende ad invecchiare e ad ammalarsi.

Si ritiene che la prevenzione del cancro sia associata a uno spostamento alcalino del pH a causa di un’alterazione delle cariche elettriche e del rilascio di componenti di base delle proteine.

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]