Sembra quasi scontato rivolgersi con il termine dottore o dottoressa quando si parla o si scrivere a un medico uomo o donna, ma non è sempre così. In alcune lettere mandate via e-mail, ad esempio, non è strano che sia ai dottori uomini che donne, ci si rivolga con il termine Dott. Leggendo vari commenti online, sembra che in molti si chiedano quando usare i due termini, e in che circostanza.

Quando si usano i due termini per identificare una dottoressa?

Bisogna, innanzitutto, aver presente per chi si usa il termine dottore. Questo titolo è conferito, viene comunemente usato per chi ha un dottorato di ricerca. Il vocabolario della Treccani, con il termine dottore indica “chi ammaestra in una dottrina, chi esercita l’ufficio d’insegnare”.

Nel passato, con il termine “dottori della legge” si indicava chi insegnava ed interpretava la legge giudaica, e quando ci riferiva ai “dottori della Chiesa”, si parlava di scrittori che esaminavano questioni inerenti al sacro, ed il titolo, in seguito, veniva proprio assegnato con un decreto papale. Solo tra il XII e il XVII secolo, il termine cominciò ad essere usato per giuristi e teologi stimati.

Oggi, tecnicamente, questo termine è rivolto ha chi ha conseguito una laurea, triennale e magistrale, di qualsiasi indirizzo, ma nel linguaggio comune viene usato per chi esercita la professione medica, e per le donne si usa il sostantivo femminile.

Le abbreviazioni

Quando si tratta delle abbreviazioni, bisogna fare attenzione al modo in cui sono scritti. Infatti, le abbreviazioni dott. e dott.ssa si riferiscono a chiunque abbia un attestato di laurea, mentre il dr. e dr.ssa si usa proprio per chi ha una laurea medica.

Alcuni chiedono se bisogna scrivere le iniziali in maiuscolo o in minuscolo. In linea generale, essendo un nome comune di persona si dovrebbe scrivere in minuscolo, ma nelle lettere, che si rivolgono a qualcuno di autorevole, non è strato trovare “Egregio Dottore …”.

Curiosità

In realtà, il termine dottoressa, anche se lo usano tutti, non esisterebbe, un po’ come il sostantivo femminile di sindaco, ingegnere, ragioniere, etc.

Infatti, se si cercano dei biglietti d’auguri cartacei per chi si laurea, il termine dottoressa, nelle frasi augurali, è difficile trovarlo. Tuttavia, può essere più facile trovarli online, anche se non sono molti. Basta guardare questi esempi:

  • Congratulazioni Dottore! Adesso che sei arrivato dove volevi…cerca di andare dove devi: A LAVORARE;

  • Al neo dottore i rallegramenti più vivi e gli auguri più affettuosi di un brillante avvenire;

  • Congratulazioni alla neo Dottoressa! Hai concluso un importante percorso e ti auguriamo successi e grandi soddisfazioni. Affettuosi auguri di un brillante avvenire.

Ci sono, tuttavia, delle frasi in cui dottoressa potrebbe essere il termine più indicato. Ad esempio: “le scarpe con il tacco alto della dottoressa erano orrende”, suonerebbe di sicuro più strana se si usasse il termine dottore.

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]