Era da qualche tempo che Facebook aveva provato a mettere a punto un nuovo metodo.

La volontà di Facebook era di separare completamente le notizie e gli altri argomenti e contenuti delle Pagine, dagli aggiornamenti degli amici nella sezione “Notizie”.

L’esperimento era embrionale e messo in atto solo in alcuni paesi a partire dall’autunno del 2017.

In cosa consisteva l’esperimento?

Questo metodo aveva messo sull’allerta gli editori che avevano visto calare le visite sui loro siti di informazione e news perdendo, di fatto, la possibilità di pubblicizzare non solo i contenuti ma la pagina stessa perdendo molti utenti.

Non solo gli editori delle riviste online sono stati scontenti di questa nuova metodologia applicata da Facebook ma anche gli utenti che lamentavano l’impossibilità di ritrovare alcune notizie che potevano servire loro.

Dopo qualche tentennamento Facebook ha definitivamente deciso di eliminare la funzione “Esplora” solo in fase sperimentale.

Al contrario, verranno mantenute le modifiche apportate a News Feed con l’obiettivo di privilegiare i contenuti degli amici rispetto a quelli pubblicati dalle altre pagine web.

I paesi in cui era stata avviata questa sperimentazione erano Slovacchia, Bolivia, Cambogia, Guatemala, Sri Lanka, Serbia e Slovacchia.

Le notizie delle pagine web che corrispondevano un tributo a Facebook per far mostrare le loro News, invece, venivano mostrate prioritariamente rispetto agli altri.

Gli articoli di informazione, invece, erano stati penalizzati con un una sezione che compariva solo in un secondo momento e l’accesso non era  particolarmente intuitivo.

Questo metodo ha portato ad una rivolta da parte degli editori che già spesso hanno problemi a far emergere il loro sito di informazione.

Le moltissime pubblicità impediscono la visione prioritaria delle notizie e provocano la perdita di interesse da parte dell’utente.

Facebook  ha fatto sapere con un comunicato ufficiale che l’esperimento è stato portato a termine e che le impostazioni non verranno modificate.