L’era di internet e dei social usati come strumento assoluto di informazione veloce e primaria da moltissimi, sembra che ormai sia un concetto irrealistico. Di certo i social media e in generale il web sono una fonte di informazioni praticamente illimitata in tempo reale, ma sempre di più sono le informazioni false che girano e rischiano di trasformare la rete in un campo minato. Nel tempo la pubblicazione di fake news è aumentata esponenzialmente ed è stato necessario imporre diversi controlli per la verifica. Tuttavia una notizia falsa non è l’unico pericolo della rete. Soprattutto in questo momento, in cui gli ultimi aggiornamenti sulla pandemia sono vitali, è importante che la notizia non sia solo vera, ma recente. Proprio per questo Facebook sta pensando di introdurre un controllo per evitare di condividere notizie datate.

Facebook contro le fake news

Quella di Facebook contro le fake news è una vera e propria guerra. Già da molto tempo Zuckerberg ha introdotto controlli molto rigidi ai suoi social, per garantirne l’autenticità. La diffusione di notizie false può provocare gravissimi danni di immagine, ma anche problemi non affatto secondari per chi le legge.

Una notizia non recente, in casi particolari, può riaccendere il panico o la paura se tratta argomenti importanti. A maggior ragione, in un momento come questo in cui quotidianamente si vuole restare aggiornati in tempo reale sulla diffusione del Covid 19, ricondividere una notizia datata potrebbe avere effetti davvero negativi.

Molti magari sanno di ricondividere una notizia datata, anche solo magari per tenere alta l’attenzione o per ripubblicare un articolo che è piaciuto. Tuttavia, al contrario, molti altri non si accorgono dello scarto temporale. Per questo Facebook introdurrà un avviso per le notizie datate.

L’avviso per le notizie datate

Il popolare social network ha deciso di introdurre un controllo aggiuntivo per le news, rispetto ai controlli già presenti. Lo scopo è quello di garantire all’utente la massima trasparenza nella condivisione di contenuti e di non trarre nessuno in inganno.

L’ultimo controllo che verrà introdotto riguarderà le news che hanno più di tre mesi e che dunque non sono più davvero notizie, ma semplici articoli. Facebook informerà l’utente che volesse ricondividere una notizia che ha più di 3 mesi, informandolo dello scarto temporale. In questo modo si eviterà di far pubblicare articoli ingannevoli alle spalle dell’utente non troppo attento, evitando anche magari di generare panico inutile.

Questo ulteriore filtro è molto importante per capire se effettivamente ha senso la ricondivisione e non solo. Facebook, in particolar modo, ha deciso di prestare attenzione alla questione Coronavirus, imponendo una specificazione della fonte per ogni articolo a riguardo. Di certo un valido aiuto in più che il web può mettere al servizio del navigante che vuole essere informato nel modo corretto.

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]