In questo weekend di giugno moltissimi sono gli appuntamenti di festival e cultura in giro per l’Italia ma uno in particolar modo è molto atteso ed è il Festival della Lentezza di Colorno.

Questo speciale Festival è arrivato alla sua quarta edizione e mai come quest’anno c’è davvero moltissima attesa per l’evento.

Festival della Lentezza

Questo festival si svolgerà nella località di Colorno nei giorni del 15, 16 e 17 giugno 2018 e in particolar modo alla Reggia.

La località scelta, la Reggia, è una delle località più belle nei dintorni di Parma e d’Italia.

Proprio per la sua bellezza viene anche denominata la piccola Versailles d’Italia ed è davvero un onore per chiunque poter partecipare a questo evento in questa località straordinaria.

Anche quest’anno come nelle edizioni successive gli ospiti saranno davvero molti e molto importanti.

Gli ospiti della kermesse

Tra gli altri saranno presenti all’evento Samuele Bersani, Umberto Galimberti e Stefano Mancuso.

L’evento si snoda fra spettacoli e laboratori tutti incentrati su un unico grande tema: il tempo.

In particolar modo si presta la maggiore attenzione al recupero del tempo che spesso non viene utilizzato nel modo corretto.

Spesso il ritmo frenetico della vita fa perdere di vista quali sono ii veri obiettivi della vita stessa sottraendoci tempo utile.

Questo elogio della lentezza deriva proprio dalla necessità di riappropriarsi del tempo perduto e cercare di farne tesoro.

E’ importante vivere la propria vita senza avere fretta e senza correre troppo per evitare di perdersi i momenti migliori.

Questo evento, come gli altri anni, è organizzato dall’Associazione Comuni Virtuosi e pare dover bissare il successo degli anni precedenti.

online sono presenti tutti i dettagli del programma con le informazioni relative agli orari e ai luoghi dei vari spettacoli e laboratori.

L’apertura il venerdì 15 è affidata ad Umberto Galimberti, seguito a ruota dagli altri ospiti che raggiungeranno l’evento negli altri giorni della kermesse.

Il tema tempo, da sempre caro a tutti gli artisti, verrà affrontato in tutte le sue sfaccettature e chiunque potrà accedere alle discussioni e alle performance.

La riflessione proposta in questi anni è quella di vivere in modo differente la propria vita, con un approccio più leggero e significativo.

Gli artisti presenti accompagneranno lo spettatore in questo viaggio per riappropriarsi del proprio tempo perduto.