Purtroppo, nonostante le rassicurazioni e le vie alternative, Genova sembra doversi rassegnare ad un Capodanno piuttosto amaro. Dopo il crollo del ponte Morandi, sembra che moltissimi abbiano disdetto le vacanze nel capoluogo ligure e che molti altri decidano di tagliarlo fuori dal proprio itinerario.Il crollo del Ponte Morandi non ha solo strappato la vita a 40 persone innocenti e danneggiato Genova gettandola nel caos della viabilità, ma ne ha anche fortemente danneggiato l’immagine. Se per la viabilità , comunque molto complicata, ci si è da subito attivati per poter continuare i trasporti su ruota per il commercio e per non danneggiare i cittadini, l’immagine della città ne è uscita davvero danneggiata.

La crisi di Genova

Moltissimi sono infatti i turisti che hanno deciso, nonostante le prenotazioni già esistenti, di optare per un’altra scelta per trascorrere le vacanze invernali. Che ci si sposti di un po’ di chilometri o che si cambi proprio rotta, la sensazione è quella che si voglia tagliar fuori la città di Genova, anche non volendo.

Quello che di certo frena i cittadini non è tanto la difficile viabilità quanto la paura di nuovi crolli. Genova, come tutta la Liguria, è di certo una città costruita su ponti e gallerie che sono giornalmente sottoposti ad un traffico molto intenso. Questo però non vuol certo dire che tutte le strade e i ponti siano pericolosi. Gli ulteriori controlli che sono stati messi in atto dopo il crollo del ponte Morandi hanno escluso altri possibili tragedie di questo tipo. Alcune situazioni sono state rispristinate e messe in totale sicurezza.

Perché scegliere Genova come meta turistica

Chi pensa che questo non sia il momento adatto per scegliere Genova deve ricredersi. La città è viva e vegeta e sta cercando in tutti i modi di rialzarsi materialmente e moralmente da questa tragedia che l’ha colpita. Genova è una vittima come le quaranta persone che hanno perso la vita alla vigilia di Ferragosto su quel ponte.

Tagliare fuori Genova dall’itinerario delle vacanze è un errore perché non ci sono pericoli di sorta nel raggiungerla e anche la viabilità consente di raggiungerla senza problemi. Il traffico che si incontra è di certo importante, ma di certo non così impossibile da affrontare. Genova è una città meravigliosa, ricca di storia e arte.

La città capoluogo della Liguria ha dato i natali a moltissimi personaggi celebri tra cui l’insuperabile Fabrizio De Andrè. A gennaio ricorreranno i 20 anni dalla sua prematura scomparsa e tutta Italia si prepara a ricordarlo con gli onori dovuti solo ad un gigante come lui che più di tutti ha saputo dare voce agli ultimi. Non solo per questo motivo si deve visitare Genova. AM di certo questo è un valido incentivo per farlo.

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]