Per moltissimi che si svegliano al mattino raggianti e pieni di energie, tantissimi altri fanno invece molto fatica ad alzarsi. Uscire dal letto e iniziare una nuova giornata per moltissimi è davvero un’impresa. A volte servono sveglie davvero molto insistenti per poter finalmente aprire gli occhi ad un nuovo giorno e iniziare. In soccorso dei più dormiglioni e pigri è in arrivo la nuova sveglia dei Google: Google Assistant.

Come funziona Google Assistant

Se già ora il suo ruolo aveva una grande importanza, Google Assistant sta man mano acquistando sempre più importanza e terreno per tutti gli utenti Android. L’ultima applicazione ha aggiunto la funzione Orologio e in particolar modo la possibilità di azionare delle sveglie. Queste sveglie sono sempre più intelligenti e in grado di organizzare e rivoluzionare davvero la vita grazie alla routine di Google Assistant.

Questa funzione di Google ha lo scopo di aiutare chi ha difficoltà nel risveglio mettendo in atto tante piccole azioni ulteriori alla sveglia. Questo perché moltissimi sono coloro che invece di alzarsi ignorano la sveglia perché non riescono ad essere immediatamente reattivi. Le azioni collaterali che l’Assistente Google metterà in atto permetteranno a chi deve svegliarsi di farlo in modo più graduale e meno brusco.

I comandi Routine di Google Assistant

La prima cosa che ovviamente suonerà sarà la sveglia. Se la sveglia non verrà seguita e non verrà spenta, allora l’Assistente avrà il compito di mettere in atto altre azioni di “disturbo” che possano aiutare il risveglio. Ad esempio l’Assistente potrebbe iniziare a leggere le previsioni meteo o fornire delle opzioni sul traffico che potrebbero interessare.

Sarà inoltre in grado di azionare le luci per adattarle al risveglio e facilitarlo o di regolare il termostato alzando o abbassando la temperatura. L’Assistente inizierà poi a leggere le informazioni della giornata che la pagina delle news suggerisce e potrà anche iniziare con la riproduzione musicale. Tutte queste azioni non cesseranno fino a quando il soggetto staccherà il sistema e dunque l’assistente.

Per azionare questa opzione non servirà altro che selezionare la voce Orologio e Routine Google Assistant. In questo modo si azioneranno tutte le opzioni per quando dovremo svegliarci. Il punto di forza è di certo il fatto che il risveglio non sarà repentino e che la voce dell’Assistente Google avrà un’escalation graduale.

Inizialmente ci sarà la sveglia e successivamente e gradualmente essa andrà a variare tutti i parametri che possono essere utili per il risveglio. Questa è di certo un’opzione molto valida per chi fa molta fatica a svegliarsi. Sapendo di essere accompagnati dalla voce si potrà avere un risveglio più lento e migliore e forse, più sicuro. Non riuscire a svegliarsi con la nuova opzione Routine Google Assistant è davvero impossibile.

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]