Nella giornata di oggi si è svolto un incontro molto importante ad Helsinki tra Vladimir Putin Donald Trump .

I temi di questo incontro vertono su tre temi davvero centrali: La questione siriana, l’Ucraina e il disarmo.

Le premesse non sembrano delle migliori e lo stesso Presidente Trump si è mostrato molto scettico sulla buona riuscita dell’incontro.

Le posizioni sono differenti e la possibilità che si possa arrivare ad un dunque molto poche.

Il tweet di Trump

Dopo l’incontro è stato lo stesso Trump a twittare sui social un commento al veleno che potrebbe peggiorare la situazione nonostante per il Presidente “Il nostro rapporto con la Russia non è mai stato peggiore di così”.

L’incontro, secondo le prime voci, non è stato per nulla soddisfacente e proficuo e si è concluso praticamente con un nulla di fatto.

Che i rapporti tra i due non siano mai stati idilliaci era cosa nota ma ci si auspicava che per lo meno si potesse instaurare una sorta di dialogo fra le parti.

Da quanto è emerso, invece, la situazione rimane molto critica e il dialogo è stato assolutamente inconcludente.

I temi affrontati ad Helsinki

Uno dei temi di certo centrali era l’annessione della Crimea alla Russia del 2014, annessione che gli Stati Uniti e l’Europa hanno ritenuto illegale e che quindi prevedeva sanzioni.

Nonostante questo, però, Trump aveva avuto una sorta di apertura nei confronti della questione al G7 del giugno scorso.

Trump, infatti, ammise che la Crimea è una regione di stampo russo in cui la lingua parlata era quella russa e che effettivamente poteva essere ammessa ai territori guidati da Putin.

Un altro tema centrale che doveva essere affrontato era la questione siriana, molto critica.

Trump aveva avrebbe dovuto utilizzare l’incontro ad Helsinki per chiedere a Putin di contenere in qualche modo la sua influenza sull’Iran, tema particolarmente caldo.

Non ultimo ma all’ordine del giorno il rinnovo del New Start Treaty.

Il New Start Treaty è il trattato che dovrebbe sancire la riduzione degli armamenti nucleari che risale al 2010.

Nel 2021, questo accordo, scadrà e John Bolton, consigliere USA per la sicurezza, ha espresso molti dubbi su un possibile rinnovo.

Anche questo era uno dei temi centrali da affrontare che, però, probabilmente si è anch’esso concluso con un nulla di fatto.

Sarà di certo necessario un altro summit per i due presidenti affinchè i temi chiave vengano trattati e risolti al fine di evitare altri conflitti.

 

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]