Avviare un’attività in qualsiasi luogo richiede grinta, determinazione ed una buona idea. Tuttavia avviare una startup in alcuni paesi è molto più facile. In questo articolo farò una lista dei migliori paesi per gli imprenditori che vogliono iniziare una nuova attività. Ci baseremo su una serie di fattori, ecco quali sono: la connessione che hanno con il resto del mondo, la disponibilità di una forza lavoro qualificata ed istruita, infrastrutture sviluppate, un quadro giuridico ben sviluppato ed un facile accesso al capitale.

Cosa troverai nell'articolo:

Germania

L’economia tedesca è la quarta nel mondo ed è la migliore in tutta l’Europa, questo perché la Germania possiede queste qualità: una cultura aziendale trasparente, una forza lavoro altamente istruita e politiche amichevoli. Il governo rende infatti facile avviare una startup ed aiuta gli imprenditori a fare crescere la loro azienda. I clienti sono fedeli quanto si offre loro un servizio di ottima qualità. La Germania ha anche un gran numero di centri commerciali e questo è di vitale importanza se si vogliono lanciare nuovi prodotti. Avviare una nuova impresa in Germania è facile anche perché la maggior parte dei tedeschi parlano l’inglese. Gli aspetti negativi sono il sistema fiscale complesso e le carenze di alloggi a causa della crescita della popolazione e dell’aumento dell’immigrazione.

Giappone

Il Giappone è un paradosso nel mondo degli affari poiché la sua cultura avversa al rischio ha generato un’innovazione che ha cambiato il mondo intero. La tecnologia è il punto di forza del Giappone, ci troveremo circondati da apparecchi vecchi come il fax ma anche dai robot. In questo paese esistono inoltre molti fondi per le startup ed un migliore networking tra le persone che ne vogliono avviare una. Tokyo è il cuore dell’economia giapponese ed è qui che gli stranieri si recano per i loro affari. L’unico problema è la lingua, per avviare un’impresa in Giappone è necessario conoscere le basi del giapponese.

Stati Uniti

A differenza di molte altre culture, negli Stati Uniti il fallimento non è approvato, è invece visto qualcosa che favorisce l’apprendimento. In questo paese gli imprenditori sono spinti a rischiare e a provare. Parecchie startup tecnologiche di successo si trovano proprio negli Stati Uniti, nella Silicon Valley.

Gran Bretagna

Nonostante la Brexit abbia creato qualche incertezza sul futuro tra le relazioni commerciali di Gran Bretagna ed Europa, gli imprenditori continuano a credere che questo paese sia un ottimo punto di partenza per via delle sue scarse barriere e per gli enormi talenti che possiede. Il governo mette infatti a disposizione parecchie risorse online, come i prestiti startup e modelli di business plan gratuiti. Inoltre il sistema fiscale britannico è molto facile da comprendere e da gestire anche da soli. Londra è la città con il maggior numero di nuove imprese, in quanto è facile assumere dipendenti o liberi professionisti qualificati. L’unico aspetto negativo è il costo elevato degli alloggi.

 

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]