In Bulgaria, lo yogurt è praticamente ovunque. Tale alimento è la base di quasi ogni piatto bulgaro come ad esempio il tarator, una zuppa fredda a base di yogurt, acqua, cetriolo, noci, acqua ed erbe aromatiche. I bulgari sorseggiano bevande allo yogurt ovunque, lo immergono persino nelle zucchine fritte! In Bulgaria lo yogurt si mangia almeno tre volte al giorno: la mattina, come spuntino durante il giorno e la sera prima di andare a letto.

La storia dello yogurt

I bulgari affermano che lo yogurt è stato scoperto 4.000 anni fa quando le tribù nomadi dei Balcani vagavano da un luogo all’altro. I nomadi portavano il latte nelle pelli di animali, creando così un ambiente maturo per i batteri che crescevano, si alimentavano, portavano tale alimento alla fermentazione e così si veniva a creare lo yogurt. La Bulgaria è uno dei luoghi in cui è stato scoperto lo yogurt ed è il paese che lo ha introdotto in Occidente e lo ha trasformato nel prodotto che conosciamo oggi.

Gli studi scientifici sullo yogurt

Un scienziato bulgaro ha esaminato nel suo laboratorio uno yogurt che aveva preparato in casa. Un anno dopo, ha scoperto quale era il batterio essenziale che faceva fermentare il latte e che lo trasformava in yogurt. Questo microrganismo divenne noto con il nome “lactobacillus bulgaricus“. Per questo motivo, egli anni ’20 e ’30 lo yogurt bulgaro era molto in voga. E’ stato inoltre scoperto che chi consuma molto yogurt, come i bulgari, avrà una vita molto lunga.

Come viene prodotto lo yogurt

Inizialmente lo yogurt bulgaro veniva prodotto in casa dalle donne che usavano misurazioni “ad occhio”. Con l’aumento della domanda, i produttori hanno deciso di introdurre delle misure rigorose, attrezzature speciali e hanno escluso alcuni tipi di microflora presenti all’interno dello yogurt. Tradizionalmente tale alimento veniva prodotto dal latte di pecora e di bufala, mentre al giorno d’oggi esclusivamente dal latte di mucca. Oggi lo yogurt bulgaro viene esportato in tutto il mondo ed è sinonimo di tradizione, gusto, qualità e benessere. La miscela di batteri presenti nello yogurt bulgaro non può essere prodotta in altri paesi, ogni paese del mondo deve infatti creare la propria versione di yogurt. Una delle più famose aziende produttrici di yogurt biologico è l’Harmonica che segue questo processo: testa il latte, lo pastorizza a 96°, poi lo raffredda a 43,5° e poi lo fa fermentare per sei ore. Lo yogurt bulgaro è completamente diverso da quello che conosciamo noi, è infatti denso ed ha una consistenza granulosa.