Il Vada Pav è un delizioso panino indiano, tipico della città di Mumbai. Tutti i residenti lo adorano e non riescono più a farne a meno. Più di due milioni di questi saporiti panini vengono consumati ogni giorno nella capitale indiana. Per una città sempre in movimento, il Vada Pav è lo snack più veloce, economico e perfetto da mangiare quando bisogna stare in piedi.

Com’è composto il Vada Pav?

Il panino indiano Vada Pav è composto da una serie di polpettine di patate, fatte con il purè di patate, spezie masala, peperoncino verde e cipolle crude. Queste polpettine vengono poi immerse in una pastella di farina di ceci e fritte in olio abbondante e ben caldo. Una volta pronte, vengono messe all’interno di un morbido panino chiamato “pavé”, in cui viene spalmato un condimento a base di aglio, coriandolp verde e peperoncino. Il sandwitch viene poi avvolto in un pezzo di giornale vecchio e servito con con del peperoncino verde fritto. Il prezzo di questo meraviglioso Vada pav è di sole 12 rupie che corrispondono a circa 15 centesimi di euro.

La storia del Vada Pav

Si pensa che il Vada Pav sia stato inventato nel 1966 da Ashok Vaidya che aprì la prima bancarella davanti la stazione ferroviaria di Dadar, luogo dove passavano tanti lavoratori che avevano bisogno di uno spuntino veloce ed economico. Dal quel momento, il panino indiano ha avuto un enorme successo. Ironia della sorte, le componenti principali del Vad Pav – la patata ed il panino- sono importazioni europee, portate in India dai portoghesi intorno al 17° secolo. Gli unici ingredienti che appartengo alla tradizione culinaria indiana sono la farina di ceci che ricopre le polpette di patate e la salsa a base di peperoncino, aglio e coriandolo.

Il rapporto del Vada Pav con le catene di fast food

A partire dal 1990, la catena di fast food McDonald’s iniziò a servire il Vada Pav come alternativa agli hamburger con la carne che la maggior parte degli indiani non gradivano. Tuttavia la versione del McDonald’s non ha convinto pienamente gli indiani poiché il condimento non corrispondeva affatto al Vada Pav originale. Negli anni 2000 l’imprenditore locale Dheeraj Gupta ha inserito il Vada Pav all’interno del suo fast food JumboKing, chiamandolo per la prima volta “Burger Indiano”. Ogni giorno, in questa catena di fast food, vengono venduti circa 500 Vada Pav. Tuttavia, parecchi residenti credono fermamente che il vero sapore di questo panino vada ricercato esclusivamente nelle bancarelle di Mumbai.