Il mondo degli operatori telefonici è di certo uno degli ambiti in cui la concorrenza ha sempre fatto da padrone. Soprattutto per le compagnie telefoniche emergenti, la concorrenza e le offerte, sono la chiave per poter attrarre clienti. Proporre offerte vantaggiose è sempre importante e una compagnia telefonica ha necessità di rinnovarsi continuamente anche e soprattutto per essere scelta dagli abbonati che già possiede.
Spesso, infatti, sono proprio gli abbonati i primi a lamentarsi  del fatto che le offerte siano principalmente rivolte a chi non è ancora abbonato e che per i clienti che fedelmente li seguono da molti anni non viene proposto qualcosa di davvero nuovo e conveniente. L’ultimo gestore telefonico in ordine di tempo apparso sul mercato è Iliad.

Cosa propone Iliad

Iliad come tutti i gestori precedenti prima di lui ha preparato il lancio con grandissima attenzione proponendo sconti e tariffe davvero convenienti. Ad oggi l’offerta che più interessa un nuovo cliente è di certo quella che riguarda il traffico dati in internet. Internet è diventato di certo il punto cruciale su cui si basano tutte le offerte e le nuove possibilità dei piani tariffari e Iliad ha perfettamente afferrato l’occasione.

La proposta di lancio prevedeva moltissimo traffico internet in cambio di un canone mensile fisso davvero basso e conveniente. Questo canone, inoltre, sarebbe fisso per sempre e quindi a maggior ragione molto conveniente. Moltissimi hanno aderito a questa nuova e invitante offerta abbandonando il vecchio gestore per quello nuovo.

Fin da subito, però, i disagi non sono mancati. Il problema principale è quello che riguarda la copertura internet che, molto spesso, è inesistente e i nuovi utenti hanno pagato con l’isolamento temporaneo del proprio smartphone. La copertura non è sufficiente e molti sono stati i disservizi fin dall’inizio. Ad oggi, però, sorge un nuovo problema, decisamente più tecnico.

Moltissimi sono gli utenti passati ad Iliad e, soprattutto per coloro che si utilizzavano Vodafone, i guai non sono stati pochi. Se per il passaggio da un operatore all’altro, solitamente, non servivano più di 48 giorni, in questo caso le tempistiche si sono notevolmente allungate. Alcuni utenti hanno denunciato un disservizio che si è protratto per almeno 4 giorni; giorni in cui sono rimasti completamente isolati e impossibilitati ad usare il proprio numero di telefono.

Iliad ha fatto sapere che la probabile causa è il sovraccarico di utenti che hanno deciso di passare a questo gestore e che cercheranno di arginare il disservizio.