Investimenti

Il trading online sta raggiungendo numeri impensabili anche in Italia. Nel giro di tre o quattro anni le persone che hanno aperto un account per effettuare investimenti online è quadruplicato: secondo le ultime stime, gli italiani attivi sulle piattaforme di negoziazione dei broker oggi sarebbero circa otto milioni. Niente male per un paese che ha sempre preferito puntare su strumenti di risparmio sicuro, evitando i rischi che gli investimenti finanziari comportano.

Questo avvicinamento verso i mercati finanziari è confermato anche dall’ultimo rapporto della Consob, che sottolinea come stiano cambiando le scelte dei risparmiatori. Ovviamente non si è arrivati a questa situazione da un giorno all’altro: parliamo di un processo che è iniziato già da qualche tempo e sarebbe sbagliato pensare che sia tutto dovuto al periodo del lockdown. Cerchiammo di capire quali sono i fattori che si nascondono dietro il grande successo del trading online.

La facilità di accesso ai mercati alla base del successo del trading online

Durante il periodo delle restrizioni imposte dal governo per arginare i contagi da coronavirus si sono verificati i picchi di iscrizioni alle piattaforme di trading. Ovviamente non è un caso: non si può negare che le restrizioni abbiano avuto un peso rilevante, ma il loro ruolo è stato quello di accelerare un processo che era già iniziato tempo prima e che sta proseguendo anche oggi. Per individuare le cause del fenomeno bisogna quindi fare un passo indietro.

Tra il 2018 ed il 2019 il numero dei broker attivi in Italia è praticamente raddoppiato. Alla base di tutto probabilmente c’è la maggiore semplicità con cui è diventato possibile accedere ai mercati finanziari e alla presenza di numerosi strumenti che il web offre. Tra questi è bene menzionare il portale Tradingonline.it. Infatti, questa risorsa sul mondo del trading online mette a disposizione guide, approfondimenti e contenuti pensati per aiutare gli utenti ad avvicinarsi con consapevolezza al mondo delle negoziazioni digitali.

Il miglioramento delle piattaforme di negoziazione

Gli intermediari nel corso degli anni hanno sviluppato delle piattaforme di negoziazione sempre più stabili e complete, ma dando una maggiore importanza all’intuitività. Le interfacce attuali possono essere capite agevolmente anche dagli utenti che non hanno molta esperienza. La facilità di accesso si riscontra anche nel progressivo abbassamento del capitale necessario per iniziare ad investire: oggi i depositi minimi iniziali sono alla portata di tutti, visto che bastano poche decine di euro.

In un periodo in cui le persone spendono circa cinque ore della loro giornata davanti ai display dei loro smartphone, lo sviluppo delle versioni mobile delle piattaforme è stato decisivo per la diffusione del trading online in Italia. Se fino a qualche anno fa il trader veniva immaginato come una sorta di “nerd” seduto alla scrivania davanti ad uno o più monitor, oggi la maggior parte delle operazioni dei piccoli investitori viene fatta attraverso le applicazioni.

Una maggiore conoscenza del mondo degli investimenti finanziari online

Ma un accesso semplificato ai mercati finanziari da solo non è sufficiente a garantire il successo del trading e nel trading. Per fortuna rispetto al passato c’è una maggiore conoscenza dell’argomento. Anche se con un po’ di ritardo rispetto ad altri paesi, pure in Italia si stanno facendo dei piccoli ma importantissimi passi in avanti sul piano dell’educazione finanziaria. Oggi è molto più semplice reperire risorse didattiche che permettono al trader di completare la sua formazione.

Per fortuna gli aspiranti trader di oggi si avvicinano al mondo degli investimenti finanziari online con un atteggiamento più corretto, consapevoli del fatto che senza un’adeguata preparazione non si può fare molta strada. E poi sono stati introdotti degli strumenti e delle funzionalità che possono aiutare gli utenti a muoversi meglio sui mercati: si pensi per esempio al conto demo, che permette di accumulare esperienza senza rischio, al Copy ed al Social Trading ed ai software di trading automatico.

 

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]