Conviene investire in titoli azionari? Sicuramente è un’opportunità di business interessante che consente di diversificare il proprio portafoglio, ma l’andamento dei mercati finanziari e le fluttuazioni degli asset possono comportare anche perdite sul capitale investito.

Per questo, bisogna prestare la massima attenzione al mercato azionario, il quale è soggetto ad elevata volatilità: le quotazioni dei titoli azionari e degli indici di borsa possono essere soggetti a brusche fluttuazioni con il passare del tempo, anche nel corso di una singola giornata.

Per questo motivo, la vera strategia per guadagnare ed investire in azioni è quella di costruire un portafoglio di asset a seconda del diverso profilo rendimento/rischio, e puntare sul medio-lungo termine.

Scopriamo in questa guida quali sono le migliori azioni da acquistare per il corrente anno 2018.

Investire in titoli azionari 2018: quali sono i migliori?

Nell’ultimo trimestre dell’anno in corso sono davvero molte le opportunità per quanti vogliono investire in Borsa. Ci sono titoli azionari che mostrano una decisa tendenza rialzista, così come azioni il cui valore è rimasto stabile nel corso di qualche mese, ma rappresentano una certezza. All’interno del nostro approfondimento andremo ad analizzare quali sono le azioni migliori da acquistare per l’ultimo trimestre del 2018.

Per coloro che si sentono in linea con gli investimenti legati al mondo del, le azioni Juventus rappresentano certamente l’opzione migliore da includere nel proprio portafoglio. Il valore del titolo del team bianconero ha conosciuto una stagione d’oro ed è in continuo rialzo. Grazie alle scelte di mercato del club della Vecchia Signora, gli investitori sono sempre più invogliati a puntare sui titoli della società, che promette ottimi guadagni.

Secondo gli analisti finanziari, il titolo della Juventus continuerà a crescere, anche se è soggetto a maggiore fluttuazioni ed è caratterizzato da una maggiore volatilità rispetto all’andamento di alcuni titoli “certi”, come ad esempio quelli legati al settore della difesa.

Leonardo, ex Finmeccanica, è il colosso partecipato in gran parte dallo Stato italiano (Ministero dell’Economia) che si occupa dello sviluppo meccanico nell’ambito della difesa: il gruppo sta conoscendo un ottimo andamento sui mercati, soprattutto a partire dal 2015, in virtù del piano strategico che ha determinato una netta riduzione dei costi e un aumento della produttività. Oggi, Leonardo è una delle aziende più solide sulle quali un investitore, alla ricerca di una valida fonte di guadagno, può puntare senza indugi.

Tra i titoli sicuramente più appetibili troviamo anche Fincantieri che, nell’ultimo periodo sta mostrando una forte tendenza rialzista, come è possibile rilevare dai grafici che ne analizzano l’andamento.

Il gruppo è tra i più importanti colossi a livello mondiale che opera nel settore della cantieristica navale: includere il titolo azionario Fincantieri all’interno del proprio portafoglio rappresenta una fonte di guadagno notevole per coloro che ricercano un asset di sicuro interesse.

Tra le aziende più stabili sulle quali investire troviamo certamente anche Carel Industries, un gruppo multinazionale, che opera in diversi comparti dell’elettronica, e vanta una storia quarantennale nella produzione di controllori a microprocessore per la gestione del “freddo” e di umidificatori dell’aria.

Il titolo Carel ta ottenendo delle performance esaltanti a Piazza Affari ed è sicuramente un asset su cui puntare per un investimento sicuro e dal profilo di rischio contenuto.

Infine, un altro titolo sicuramente molto valido è quello di Saipem, azienda operante nel settore petrolifero che, grazie a tattiche strategiche del Top Management, negli ultimi tempi sta conoscendo davvero una grande impennata. Una tendenza “rialzista” ma, al contempo, un titolo soggetto a volatilità che attrae gli investitori invogliati dalle opportunità di guadagno.

Ecco una “carrellata” di migliori titoli azionari su cui puntare per massimizzare i rendimenti economici sul capitale investito nel medio-lungo termine.