Il repentino cambio di stagione, come ogni anno, ha provocato non pochi disagi.

Nel giro di poche ore l’Italia si è trovata con le temperature in picchiata e soprattutto a fronteggiare il maltempo. Maltempo che si è abbattuto con violentissimi acquazzoni su tutta la penisola senza risparmiare nessuno.

Le regioni più colpite sono le regioni del centro e soprattutto del sud Italia. Fino a qualche giorno fa le temperature ancora facevano ben sperare per un bagno in mare ma, ad oggi, poche sono le possibilità di un ritorno del caldo. Gli acquazzoni che si sono abbattuti nella giornata di ieri e oggi in particolare su Calabria, Basilicata e Sicilia hanno anche provocato moltissimi danni, oltre a che grandi problemi alla circolazione e dei morti.

Il maltempo al sud

Il maltempo si è abbattuto in queste ore sulle regioni del sud con tutta la sua violenza. Soprattutto la città di Catanzaro è stata molto colpita e la circolazione ha subito forti disagi ma purtroppo l’avvenimento più grave è stato la morte di una mamma e di suo figlio.

A Lamezia Terme, provincia di Catanzaro, sono infatti stati travolti dal nubifragio una mamma con i figli. Uno di essi è stato trovato con lei senza vita mentre l’altro è ancora disperso. Le ricerche sono iniziate ma purtroppo le condizioni proibitive non aiutano la ricerca. I corpi di mamma e figlio sono stati trovati nel fiume trasportati dalla corrente e sono stati i Vigili del Fuoco a recuperarli. Da quanto ricostruito la madre era andata a prendere i figli dai nonni e si stava dirigendo verso casa quando è stata travolta dall’ondata di maltempo. Purtroppo non c’è stato nulla da fare perchè sono stati tutti risucchiati dalla corrente.

I Vigili del Fuoco stanno appurando l’entità dei danni in tutta la zona colpita per capire se ci sono state altre vittime e per appurare l’entità dei danni. I disagi sono stati moltissimi e ancora non si sa quando le condizioni torneranno alla normalità. Il maltempo purtroppo non accenna inoltre a fermarsi e possibili violenti rovesci potrebbero abbattersi sulla regione nelle prossime ore.

Tutte le forze interessate sono allertate e stanno lavorando per mettere in sicurezza la zona ed evitare altri disagi. Si spera comunque che i prossimi rovesci siano meno violenti e che il peggio sia passato. Purtroppo del bimbo disperso non si hanno ancora notizie ma le ricerche continuano in tutta la zona.