Jailbreaker è un termine inglese che si può letteralmente tradurre con “l’evasore”. Questa parola può ovviamente fare riferimento a moltissime cose ma, ad oggi, solitamente fa riferimento ad un programma denominato” Jailbreak” del sistema Apple.—

Chi è il Jailbreaker

Il “Jailbreaker” è colui che utilizza il “Jailbreak”, che a sua volta significa letteralmente “evasione”, è una particolare procedura che è in grado di rimuovere i vari blocchi e restrizioni imposti ad alcuni software del sistema Apple. Il sistema iOS, infatti, prevede che alcuni programmi non possano essere utilizzati e “sbloccati” senza autorizzazione e autorizzazione di Apple.

Apple impone a tutti i suoi dispositivi che utilizzano il sistema operativo iOS di utilizzare esclusivamente i programmi originali. Il Jailbreak, invece, è in grado di “craccare” questi programmi rendendoli utilizzabili dal sistema iOS. Questi pacchetti alternativi a quelli che si trovano e si possono acquistare su Apple Store non hanno la licenza e di conseguenza non sono in grado di funzionare. Tramite questo escamotage, però, si riesce ad aggirare in qualche modo questo sistema “evadendo” da esso ed ottenendo la licenza.

Nonostante il dispositivo sia “Jailbroken” ovvero modificato tramite il Jailbreak, esso sarà comunque in grado di aggiornarsi come al solito. Tuttavia questa operazione è illegale e quindi perseguibile se messa in atto.

Problemi legali del Jailbreak

Nel 2010 questa operazione era stata dichiarata legale da parte degli Stati Uniti. Questo avvenne per una temporanea modifica riguardante il copyright e il diritto d’autore. Tuttavia, questa normativa, è stata nuovamente variata e dal 26 gennaio del 2013, il jailbreak è tornato illegale.

Il Jailbreak è considerato un atto di “pirateria” informatica meno importante rispetto alla contraffazione. Questo perché non va a rubare, di fatto, nulla a nessuno. L’unica cosa che si fa è modificare il proprio telefono adoperando lo sblocco del File System.

Non influisce su altri telefoni perché avviene esclusivamente sui dispositivi in possesso di chi lo mette in atto, tuttavia rimane un’azione illegale e in qualche modo perseguibile.

Quando si acquista un dispositivo, è vero che si possiede in modo esclusivo l’hardware, ma non il software. IL software non è semplicemente in licenza da Apple e dunque tutte le azioni che si adoperano per aggirare questa licenza sono illegali.

Di certo rispetto ad altri atti di pirateria informatica, il Jailbreak, non sembra influire su altri dispositivi se non il proprio, quindi anche un mal funzionamento non andrà ad intaccare altri dispositivi.

Solitamente non ci sono peggioramenti o malfunzionamenti del software dopo il jailbreak, ma questo talvolta può portare ad essi. Essendo una pratica illegale anche i dispositivi Apple vengono man mano adeguati per “resistere” a queste forzature delle licenze. Per evitare qualsiasi atto perseguibile legalmente e malfunzionamento è di certo meglio acquistare i prodotti Apple e non improvvisarsi Jailbreaker.

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]