In questo articolo vi parlerò della Corrida – Dilettanti allo sbaraglio, un programma TV che va in onda ogni venerdì su Rai 1 alle 21.25. In particolare ripercorrerò la storia di questo leggendario programma televisivo, dalle sue origini con la conduzione di Corrado fino ad arrivare alla sua ultima versione condotta da Carlo Conti. Inoltre spiegherò le caratteristiche principali della Corrida e farò una lista di tutti i presentatori che avuto l’onore di condurla.

Le origini della Corrida ed i suoi leggendari conduttori

La Corrida è stata inventata dal celebre showman Corrado e dal fratello Riccardo Mantoni. Il programma è andato in onda per la prima volta in radio (su Radio 2) nel 1968 ed in televisione nel 1986. La Corrida dal 1986 fino al 2011 è sempre stato trasmesso su Canale 5, ma da quest’anno viene trasmesso su Rai 1 (per dettagli sulla programmazione ufficiale vai su questaseratv.it). Il suo successo e l’alto livello di ascolti dell’epoca erano date soprattutto grazie alla bravura conduttore Corrado, un uomo che ha sempre dimostrato di avere una grande ironia ed autoironia. Ecco chi sono stati tutti i conduttori e le vallette della Corrida:

  • Dal 1988 al 1997 il conduttore è stato Corrado e le vallette erano: Michèle Klippstein, Gabiria Brandimarte, Eleonora Resta, Cristina Pantaleon, Antonella Elisa, Soraya Castillo, Antonella Ippoliti, Miriana Trevisan e Lorena Bianchetti
  • Dal 2002 al 2009 il conduttore è stato Gerry Scotti e le vallette erano: Vincenza Cacace, Elisa Triani e Michela Coppa
  • Nel 2011 il conduttore è stato Flavio Insinna e la valletta era Antonella Elia
  • Nel 2018 il conduttore è Carlo Conti e la valletta è Ludovica Caramis

Alcune caratteristiche del programma

La Corrida può essere considerata “la mamma” dei talent show, in cui una decina di concorrenti italiani si esibiscono come desiderano. Alcuni cantano, altri ballano, recitano, leggono poesie ed eseguono spettacoli molto bizzarri. I partecipanti vengono presentati dal conduttore e vengono giudicati dal pubblico presente nello studio. Se l’esibizione è piaciuta, il corrente riceverà gli applausi. Se non è piaciuta il pubblico fischierà e farà rumori insopportabili con svariati oggetti. Ecco come si svolge una puntata tipo della Corrida:

  • Il concorrente entra nello studio accompagnato da un jingle e da un coreografia del corpo di ballo. Dopodiché viene presentato dal conduttore insieme alla valletta. Poi si esibisce ed attende il giudizio del pubblico in studio.
  • Le reazioni del pubblico vengono “azionate” da un semaforo: quando è rosso il pubblico deve stare in silenzio, quando è arancione deve prepararsi e quando è verde può applaudire o mostrare disappunto. Se il giudizio del pubblico è fin troppo negativo, la regia manda il suono dei cani che abbaiano, degli asini che ragliano e delle oche che starnazzano. Se invece l’esibizione viene apprezzata, la regia manda il suono delle campane.
  • Il concorrente esce dallo studio con un jingle, la cui musica dipende dall’andamento che ha avuto la sua esibizione.
  • In conduttore annuncia i “Giochi della Corrida” che venivano eseguiti con la partecipazione di un membro del pubblico.

La Corrida 2018 condotta da Carlo Conti

Dopo sette anni dalla conduzione di Flavio Insinna nel 2011, La Corrida è tornata venerdì 6 aprile con la conduzione di Carlo Conti insieme alla valletta Ludovica Caramis. Il suo debutto su Rai 1 è stato davvero ottimo, il programma televisivo è stato infatti seguito da ben 5.999.000 spettatori, con il 27,4 % di share. I contenuti di questa moderna versione sono identici a quelli del passato. Tuttavia pare che questa nuova versione sia migliorata dal punto di vista tecnico e delle scenografie. Nonostante ciò, il presentatore Carlo Conti è risultato piuttosto distaccato dai concorrenti, ma molto empatico sia con il pubblico sia con la telecamera. Il conduttore sembrava davvero in difficoltà nel decifrare i pensiero dei partecipanti, il suo fastidio è palpabile. La valletta Ludovica Caramis pare sia la stessa valletta dell’Eredità. La Corrida di quest’anno è molto abile a mostrare i bizzarri casi umani che si esibiscono senza alcun indugio davanti alle telecamere e al pubblico in studio.