Il 5 settembre 2022 è stata eletta, come premier della Gran Bretagna, Liz Truss, terza donna a ricoprire questa carica nella storia della politica inglese, dopo Margaret Tatcher e Theresa May. Ma chi è? Qual è la sua politica?

La sua biografia

Mary Elizabeth Truss è nata il 26 luglio 1975 a Oxford, da un professore di matematica e da madre infermiera, che a sentire la stessa Truss facevano parte entrambi della sinistra laburista. Lei crebbe in Scozia e poi studio in Canada, prima di ritornare ad Oxford e studiare al Merton College Filosofia, Politica ed Economia.

La Truss aderì al Partito Conservatore nel 1996, e nel 2019 divenne Segretario di Stato per il commercio internazionale e di Presidente del Board of Trade. Sempre nel medesimo anno, ricoprì il ruolo di Ministro delle donne e delle pari opportunità. nel 2021, Boris Johnson la promosse come Segretario per il commercio internazionale a ministro degli Esteri, ed in seguito vinse le elezioni come leadership del Partito Conservatore. La sua elezione a premier è stata netta, con 80000 voti. Per quanto riguarda la sua vita privata, si sa che nel 2000 si è sposata con un contabile, Hugh O’Learly, dal quale ha avuto due figlie.

La sua politica e le prossime mosse

Per quanto riguarda la sua politica estera, la Truss ha sostenuto già in precedenza di voler ridurre la dipendenza economica della Gran Bretagna da Cina e Russia. D’altro canto, la tv di stato della Russia, dopo la sua elezione a premier, gli si è scagliata contro ed il giornalista della trasmissione che ha dato l’annuncio ha così dichiarato: “In Gran Bretagna si è realizzata la distopia di George Orwell in 1984. (…) La stupidità ha trionfato: se Boris Johnson ha ottenuto la Brexit, Elizabeth Truss vuole ottenere qualcosa di completamente differente: la fine del mondo”. La Truss, invece, nel suo discorso della vittoria, ha ringraziato apertamente il premier precedente per il suo operato, soprattutto per la Brexit e la campagna vaccinale, e per aver tenuto testa a Putin.

Per quanto riguarda la Brexit, nel 2016 la Truss si era dichiarata contraria, ma l’anno seguente si è ricreduta, dicendo che poteva fornire nuove opportunità. In merito alle questioni sociali, si è dimostrata favorevole al matrimonio gay, ma si è anche mossa per limitare i diritti dei trans.

La Truss, prossimamente, dovrà affrontare dei cambiamenti economici, con ulteriori analisi e scenari fiscali, ma è chiaro che starà ancora dalla parte dell’Ucraina per quanto riguarda la guerra in Russia. Nel 2021, lei stessa è salita a bordo di un carro armato in Estonia al confine con la Russia (online si può vedere ancora il video), richiamando così un episodio che vedeva protagonista Margaret Tatcher, quando si recò su un carro armato nella Germania Ovest per visitare le truppe britanniche, nel 1986.

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]