Anche le realtà lavorative sono in continua evoluzione e, in un momento di crisi così importante, per rimanere a galla in ambito professionale sono necessarie idee innovative ed originali: è il caso di InVision, la Start Up di software che ha 700 dipendenti che lavorano da casa. Esattamente! È proprio così: InVision non ha alcuna sede fisica.

Successo del lavoro da remoto: il caso della Start Up InVision

Fondata nel 2011, supera il problema della crisi basando la filosofia aziendale sul lavoro a distanza e sulla creatività. “E allora perché aprire un ufficio (che a New York, costerebbe un occhio della testa) per un prodotto creato tramite un semplice computer?” si è chiesto il fondatore Clark Valberg. La sua InVision, infatti, produce un software che progetta e crea prototipi di siti web: in 7 anni di attività, la società aumenta i dipendenti (arrivati a 700 unità), ma azzera le sedi per potenziare il lavoro da remoto.

Quindi al bar, a casa, in biblioteca o da qualsiasi luogo nel mondo, i dipendenti di InVision sono il cuore pulsante della Startup e, nonostante i fusi, gli orari “d’ufficio” prevedono 8 ore lavorative, dalle 10 alle 18 ET, rispetto alle quali – tra l’altro – InVision riconosce una certa autonomia. Infatti, non è il “quanto si lavora” ad essere la strategia vincente ma, più che altro, il passepartout per raccogliere sempre maggiori consensi è il “come” che apre le finestre del successo per la società americana.

Ciò che è importante per InVision sono i risultati raggiunti che rappresentano l’unità di misura per la valutazione del lavoro svolto dai dipendenti.

Flessibilità e libertà sono le parole d’ordine che animano InVision ed i 700 dipendenti della Startup non hanno bisogno che venga attenzionato il lavoro svolto, semplicemente perché – da moderni lavoratori quali sono – hanno passione e sono coinvolti, a tal punto che i numeri parlano chiaro e rivelano un trend di crescita importante che sorprende a causa dell’assenza di una sede fisica.

Il futuro ed il successo di InVision: la vera chiave è il lavoro da remoto

Un ufficio, una sala riunioni o una azienda non sono garanti del raggiungimento degli obiettivi ed è per questo che InVision continua a credere che il lavoro remoto sia quello del futuro e del successo.

È anche altrettanto ovvio, però, che la gestione di un’azienda di questo tipo può creare una serie di difficoltà, tra le quali – ad esempio – la mancanza di rapporti di comunicazione face to face tra colleghi. In realtà si condividono i risultati, ma non le postazioni lavorative.

Ma i vertici di InVision sono coscienti di questo limite ed è proprio per questo che, per ovviare al problema, invitano i dipendenti a fare diverse domande gli uni agli altri ed hanno provveduto ad organizzare meeting aziendali di durata settimanale che hanno permesso ai lavoratori di tessere anche importanti relazioni comunicative e professionali.

Ma, è proprio il lavoro a distanza che permette di salire, giorno dopo giorno, risultato dopo risultato, sempre più su sulla scala dei consensi.

Altre parole chiave nella filosofia di InVision sono “coinvolgimento” e “condivisione” che richiamano la filosofia del successo del lavoro in team e che rappresentano un vero punto di forza, potenziato ulteriormente dall’abbattimento di ogni confine geografico. Infatti, con questo sistema non si ha alcun limite territoriale e le risorse si possono reperire in tutto il mondo.

Il fatto di non avere una sede, tra l’altro, permette un risparmio di milioni e milioni di dollari che possono essere investiti per rafforzare il ruolo che l’azienda ha sul mercato.

Il fatto di non avere un posto dove andare, implicitamente, rende il cosa fare più importante e non c’è da escludere che il mondo del lavoro evolva proprio in questa direzione.