Le macchie della pelle sono, in sintesi, un’alterazione cromatica della cute derivante dall’invecchiamento della pelle, da una scorretta esposizione al sole, da problemi di acne/o da sbalzi ormonali, che può diventare necessario trattare nel caso in cui insorga un disagio psicologico della persona che ne è affetta e che questa non riesca più a conviverci serenamente.

Si tratta, quindi, di un problema soprattutto estetico che più raramente si tramuta in patologia (se le macchie cambiano colore e/o forma).Per trattare le macchie a livello estetico esistono delle creme farmacologiche, anche se è sempre più diffusa la propensione ad utilizzare dei rimedi fai da te. Questi ultimi, però, sono davvero efficaci quanto i prodotti industriali oppure no?

Le creme fai da te: efficacia e controindicazioni

Come tutti i rimedi naturali, le creme fai da te presentano dei pro e dei contro se messe a confronto con le creme farmacologiche. Uno dei motivi principali per il quale sarebbe importante sceglierle è quello di puntare a mantenere la pelle più sana possibile mentre si cerca di ridimensionare la visibilità delle macchie.

A rendere vincenti le creme fai da te, rispetto a quelle di produzione industriale, è l’elevato grado di delicatezza che le prime hanno sulla pelle. Le creme farmacologiche, infatti, sono più aggressive e contengono delle sostanze che possono alterare il PH dell’epidermide.

Per il resto, non sembrano esserci delle precise controindicazioni rispetto all’uso delle creme fai da te, se non quelle che riguardano le allergie provocate da determinate sostanze- ed alle quali bisogna prestare attenzione- ed un’adeguata idratazione della pelle. Non bisogna, insomma, esagerare: pur trattandosi di rimedi naturali, la pelle non va mai eccessivamente trattata e stressata.

Meglio le creme fai da te o quelle farmacologiche?

In quanto alla maggiore o minore efficacia, di certo le creme farmacologiche hanno probabilmente effetto in minor tempo (anche se questo varia da caso a caso), ma la potenza di alcuni elementi naturali in materia è stata ampiamente riconosciuta e soprattutto nel campo della cosmesi.

Tra gli elementi più famosi per la loro validità come agenti schiarenti ci sono limone, fragole, patate, miele, bicarbonato e gel di aloe vera. Tutti questi elementi, in combinazione con altri, servono a produrre delle creme che vanno applicate sulla parte da trattare e generalmente di sera, prima di andare a dormire. Pare proprio che i rimedi naturali abbiano conquistato una grande fetta di mercato, soprattutto tra le donne che li preferiscono sempre più ai rimedi farmacologici.

Ci sono, tuttavia, dei casi in cui i semplici rimedi naturali non bastano a schiarire le macchie della pelle. Sebbene la casistica delle eccezioni sia varia e tutto dipenda da diversi fattori, si può  dire che questo si può verificare quando le macchie sono troppo scure o quando sono comparse ormai da tempo e non sono state trattate al momento stesso della loro comparsa.

In questo caso, i rimedi naturali potrebbero non essere così potenti da ridurre o neutralizzare il problema, ed in questo caso ci si dovrebbe affidare direttamente alla parola di un esperto.

Il dermatologo, in situazioni come queste, potrebbe addirittura decidere di non prescrivere alcuna crema farmacologica e di indirizzare il paziente verso rimedi più radicali, come sedute laser o di peeling (che, però, sono assolutamente più costose di entrambi i rimedi di cui abbiamo parlato poc’anzi).