mangostano

Tutti quanti conosciamo il mango, ma pochi conoscono il mangostano. Si tratta di un frutto tipico del sud-est asiatico che apporta numerosi benefici per la salute umana.

Conosciuto come il “re dei frutti“, il mangostano viene utilizzato dalla popolazione del sud-est asiatico per curare innumerevoli patologie e problemi di salute.

Il mangostano è ricco di fibre ma povero di calorie, oltre ad essere una ricca fonte di vitamina C e di un gruppo di fitochimici, gli xantoni.

Quali sono i benefici del mangostano? La ricerca rivela che questo frutto tropicale aiuta a rafforzare il sistema immunitario, ridurre l’infiammazione e a combattere il cancro.

Una ricerca brasiliana ha validato la tesi che un estratto di mangostano ha proprietà antimicrobiche ed antitumorali e vanta un potenziale terapeutico nel trattamento delle malattie infettive e del cancro.

Mangostano: che cos’è?

La pianta del mangostano, o Garcinia mangostana, è un albero tropicale della famiglia delle Clusiaceae, originario del sud-est asiatico.

Un albero di mangostano produce frutti acerbi che diventano di colore viola intenso non appena giungono a maturazione.

Che sapore ha il mangostano? Ha un sapore simile ai frutti di litchi, ma è più dolce e delicato e si scioglie in bocca come un gelato.

Il mangostano può curare il cancro?

I mangostani sono stati al centro di molti studi e ricerche oncologiche e i risultati finora sono stati molto positivi.

Si dice che il frutto del mangostano sia un ottimo alimento antitumorale e contenga almeno 20 xantoni contenuti nella parete del frutto o nel pericarpo.

I risultati di una ricerca condotta nel 2008 dal Gifu International Institute of Biotechnology in Giappone hanno validato la tesi che l’alfa-mangostina, uno xantone del mangostano, ha un effetto preventivo sul cancro.

Gli xantoni dovrebbero essere utilizzati come agenti per la prevenzione del cancro e come trattamento del cancro in combinazione con altre terapie.

Un recente studio pubblicato nel 2016 sull’International Journal of Oncology ha esaminato l’attività antitumorale dell’alfa-mangostina del mangostano sulle cellule del carcinoma mammario umano.

I ricercatori hanno dimostrato che l’α-mangostina provoca la morte delle cellule tumorali, può essere utilizzata come integratore alimentare e come potenziale composto terapeutico per il carcinoma mammario.

Un altro interessante studio pubblicato su BMC Complementary and Alternative Medicine ha dimostrato che gli estratti di xantoni hanno effetti antitumorali, mentre un altro studio condotto dal Dipartimento di Farmacia dell’Università dell’Illinois presso il Chicago College of Pharmacy ha validato la tesi che il mangostano può rallentare con successo l’avanzamento del cancro alla prostata.

Il melanoma resiste alla chemioterapia convenzionale, ma il mangostano aiuta a contrastare tutte le forme di tumore della pelle.

 

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 1 Average: 5]