Tragedia nella città di Marsala. Questa notte un uomo di 35 anni, Giacomo Di Girolamo, si sente male e purtroppo nonostante si fosse recato in ospedale è morto poco dopo. Ancora da chiarire con certezza le cause del decesso che però è avvenuta proprio al Pronto Soccorso dell’Ospedale Paolo Borsellino di Marsala. L’autopsia accerterà le cause della morte e le eventuali responsabilità di chi non è tempestivamente intervenuto per una situazione così grave.

Tragedia nella notte a Marsala

Questa notte un uomo si è sentito male nella propria casa a Marsala e ha deciso di recarsi all’Ospedale Paolo Borsellino. l’uomo di trentacinque anni accusava un forte dolore al petto e ha sospettato un infarto. per questo motivo egli si è immediatamente recato di persona in pronto soccorso senza chiamare l’ambulanza. Una volta arrivato i medici hanno valutato sommariamente il suo stato di salute segnando il suo stato come non preoccupante. All’uomo è stato affidato un “codice verde” quindi con una bassa priorità.

Purtroppo mentre l’uomo era nella sala d’attesa si è sentito male e ha iniziato anche ad avere fitte al petto sempre più forti e nausea. I medici sono immediatamente intervenuti soccorrendo l’uomo ma per lui non c’è purtroppo stato niente da fare. Il decesso è avvenuto dopo le 2.30. ora in cui l’uomo si è sentito male e si è recato in ospedale per i controlli. Purtroppo a nulla è valsa la sua tempestività poichè poco dopo è deceduto. Adesso stanno indagando sulla questione le forze dell’ordine per capire cosa sia accaduto e come mai l’uomo non sia stato immediatamente soccorso.

Le cause della morte di Di Girolamo

Sono ancora oscure le cause del decesso ma è stata disposta l’autopsia sul corpo dell’uomo per capire che cosa sia accaduto. L’uomo è arrivato in ospedale accusando dei dolori fortissimi eppure gli è stato assegnato il codice verde con una priorità bassa. Purtroppo l’uomo non ha avuto il tempo di essere soccorso e dunque è praticamente rimasto in attesa fino al momento in cui non si è accasciato a terra. Inutili i soccorsi dopo quel momento poichè l’uomo è subito deceduto.

L’inchiesta è stata immediatamente aperta per capire come mai i medici non si siano accorti della gravità della situazione. Si vuole capire se i segni che dava l’uomo erano effettivamente così gravi da far pensare ad un possibile e imminente decesso. L’autopsia sarà in grado di svelare le cause della morte che si pensa possa essere imputata ad un infarto oppure ad un’emorragia improvvisa. Nei prossimi giorni si avranno notizie più chiare sulle cause e si indagherà sulle eventuali carenze mediche. Si andranno a definire eventuali responsabilità qualora ce ne fossero, ma per questo serve attendere i risultati del medico legale.

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]