Qualcosa di inaspettato non è solo avvenuto per quanto riguarda le elezioni politiche ma anche per i mercati.

Se, da un lato, crolla Piazza Affari e Mediaset, dall’altro, seppur di poco, aumentano le azioni di Telecom Italia.

Cosa sta succedendo?

Il risultato delle elezioni, seppur in parte prevedibile, ha sconvolto Piazza Affari mandando in tilt il sistema.

Le azioni Mediaset hanno ricevuto una batosta colossale crollando miseramente e finendo in rosso, mettendo in crisi la borsa.

Questo è avvenuto dopo la disfatta, non prevedibile, di Forza Italia il partito il cui leader, Silvio Berlusconi, è Presidente.

Non è sfuggito il fatto che Silvio Berlusconi sia anche e soprattutto il fondatore di Mediaset, poi lasciata nelle mani del figlio Piersilvio, e che la disastrosa sconfitta elettorale di ieri non abbia giovato.

I mercati si sono sentiti intimoriti e dubbiosi sull’investimento in azioni Mediaset visti gli scarsi riscontri in politica.

Fatto ancora più sconcertante è il distacco ottenuto di ben 5 punti percentuali da Forza Italia nei confronti della Lega di Matteo Salvini.

Quali sono gli scenari possibili?

Nel mese di febbraio, in realtà, a Cologno Monzese si era registrato un + 6% che faceva ben sperare per il futuro di Tim.

Questo dato positivo era legato ad una forte fiducia nella vittoria del centro-destra e, in particolare di Forza Italia, ma così non è stato.

L’ex Premier Silvio Berlusconi era fermamente convinto di poter arrivare alla maggioranza e, soprattutto, di essere il primo partito della sua coalizione.

Così non è stato e la Lega di Salvini, primo partito della coalizione di centrodestra, avrà la meglio sulle decisioni qualora toccasse a loro fare il governo.

Il futuro dell’Italia è fortemente legato alle decisioni che verranno prese nelle prossime ore e anche le azioni Mediaset e gli accordi per Tim, risentiranno delle decisioni prese in sede parlamentare.